Delitto in pieno giorno a Viterbo: commerciante ucciso a sprangate nel negozio

venerdì 3 maggio 16:29 - di Redazione

Un commerciante d’abbigliamento è stato ucciso all’interno del suo negozio a Viterbo. La vittima, Norveo Fedeli, 74 anni, sarebbe stato ucciso nel suo negozio nel corso di un tentativo di rapina. Il commerciante, non è ancora chiaro se raggiunto da un colpo di arma da fuoco o di un corpo contundente, non sarebbe morto sul colpo ma si sarebbe trascinato in terra lasciando una scia di sangue all’interno del negozio. A trovare l’uomo in terra è stata una vicina che, vedendo il negozio ancora aperto dopo l’ora di pranzo, è entrata insieme a degli operai trovandolo riverso in un lago di sangue. La polizia della Questura di Viterbo, intervenuta sul luogo, sta procedendo ai rilievi e alle indagini.

Viterbo sconvolta dall’atroce delitto

L’uomo è stato ammazzato a colpi di spranga vicino alla cassa del suo storico negozio. Il commerciante, molto conosciuto in zona per esser stato il primo a portare i jeans a Viterbo, è stato trovato senza vita e in un lago di sangue dalla parrucchiera accanto che alle 13,30, vedendo la saracinesca ancora semiaperta, è entrata per accertarsi che fosse tutto a posto. Le urla della donna hanno richiamato l’attenzione della moglie della vittima, nella sua abitazione a pochi metri. Corsa sul posto, e visto il marito ormai morto, ha accusato un malore ed è stata soccorsa dai sanitari del 118 sul posto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza