Aggressione al comico Dado: ecco la versione dei fatti del minore accusato

venerdì 24 maggio 9:32 - di Redazione

Domenica 14 aprile, riprendendo un servizio del Corriere della sera e notizie apparse sul web, il nostro giornale ha dato conto della vicenda denunciata dal comico di Zelig Gabriele Pellegrini, in arte Dado, che postava su un suo profilo social la notizia secondo cui sarebbe stato vittima di minacce e di un’aggressione mosse dall’ex fidanzato della figlia, un 17enne. Oggi, su richiesta della controparte, riceviamo e pubblichiamo la rettifica del legale del minore.

Dado denuncia un’aggressione da parte di un amico della figlia: la versione della vicenda della famiglia del minore

«Venendo all’articolo del quale si chiede la rettifica, i fatti risulterebbero svoltisi in maniera del tutto diversa da come il signor Gabriele Pellegrini, con pianificata ed efficace strategia mediatica, li racconta, ciò incurante del pregiudizio arrecato agli interessi, in particolare dei minori coinvolti. Nel dettaglio, la ricostruzione del minore smentisce i precedenti che il signor Pellegrini riferisce, in particolare che il giovane abbia stalkizzato la figlia dello stesso e, con riguardo all’asserita aggressione – in ordine alla quale è stata presentata nell’immediatezza dei fatti una documentata denuncia ai Carabinieri da parte dei nostri mandanti – che lo stesso ragazzo indicato dal comico romano (più volte definito bullo) ne sia stato autore. Le modalità rappresentate dal signor Pellegrini, del resto, risultano per alcuni significativi aspetti palesemente inverosimili ed appaiono contraddette dal materiale probatorio raccolto.

La famiglia del ragazzo nega ogni addebito e denuncia «evidenti incongruenze» nella «narrazione del Pellegrini»

Invero la versione fornita dal minore – è possibile dire compatibile con il riserbo istruttorio impostoci dalle indagini dell’ A.G – risulta avvalorata oltre che da alcune evidenti incongruenze che emergono alla narrazione del Pellegrini, anche da testimonianze e riscontri documentali che la famiglia ha raccolto e posto a disposizione delle Autorità competenti. Per quanto procede, in nome e per conto dei genitori del minore in questione, in proprio e nell’interesse del figlio, chiediamo di voler provvedere, ai sensi dell’art. 8 Legge 47/1948, alla rettifica di quanto riportato nel citato articolo, nella collocazione prevista dalla legge e con risalto analogo a quello riservato al brano giornalistico a cui la rettifica si riferisce. Al fine di non aggravare le già preoccupanti conseguenze che le parti stanno subendo per le esternazioni del signor Pellegrini, vi chiediamo altresì che nella richiesta pubblicazione della presente rettifica, siano omessi i nomi delel persone coinvolte nella vicenda». 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giusppe 12 settembre 2019

    IL COMMENTO E’ SUPERFLUO NELL’INDICARE COME QUESTO FENOMENO ABBIA MANIPOLATO UNA NOTIZIA FALSA PER I PROPRI COMODI, INTERESSI E BISOGNI…. INVITO TUTTI A VEDERE IL PROFILO ISTAGRAM DOVE TROVERETE LE CHAT DEL RAGAZZO E DELLA FIGLIA DEL PERSONAGGIO SINO A GIUGNO 2019 E MOLTO ALTRO ANCORA giuseppetosti1980

  • In evidenza