Toscana, sostituzione etnica: italiani fuori ma manteniamo gli stranieri a 35 euro

martedì 23 aprile 6:00 - di Francesco Storace

Ormai è una fissazione. W lo straniero e dagli giù all’italiano, ma che si debbano pagare i nostri connazionali per andarsene mentre manteniamo chi viene dal terzo e quarto mondo è un altro di quei film che capitano solo da noi. Tanto più se utilizzando quei fondi europei che ci mancano sempre. Regista, la solita regione Toscana.
Girala come vuoi siamo all’Oscar del ridicolo. Peraltro siamo anche esposti di molto con l’Unione europea, a cui diamo molti più quattrini di quanti ne riceviamo. La proverbiale generosità tricolore. Ma già che ci siamo, quei pochi e maledetti euro ci prendiamo anche il lusso di farli volatilizzare, non sia mai servissero a qualcosa di buono in Patria.

Paghiamo i nostri figli per andarsene

Tra i denari che passano la frontiera ci sono diversi soldini che servono a finanziare, per il tramite del Fondo sociale europeo, l’occupazione e la formazione professionale. Da un bando della regione Toscana abbiamo appreso che almeno da maggio 2017 utilizziamo quelle risorse per far lavorare gli italiani all’estero. Roba da non credere. Eppure è proprio così. Una incredibile partita di giro che davvero non si capisce.
In pratica noi versiamo quattrini per il Fondo sociale europeo. Quei pochi che tornano in Italia non vengono erogati per i nostri disoccupati al fine di farli lavorare nel nostro Paese, ma per accompagnarli in un’altra nazione europea. Da applausi. Pizza azzurra con stelle, chissà quanto era buona dalle parti di Londra prima della Brexit.
Siccome siamo buoni, con i soldi europei e mandando fuori i nostri ragazzi, ci illudiamo di avere più spazio in caso per cacciare 35 euro giornaliere in modo da mantenere ogni migrante che di noi non conosce la lingua, la cultura, il sapere, le leggi. Arrivano qui con ogni mezzo, in primis i famosi barconi, e quando non trovano lavoro – per chi lo cerca – resta sempre disponibile qualche organizzazione criminale. Poi, nel tempo che resta, una bella domandina all’Inps e ti arriva pure il reddito di cittadinanza. Oltre alla casa popolare e al posto all’asilo nido se stai qui con i tuoi figli.

Sostituzione etnica

E’ l’Italia, bellezza, con la Toscana che ci mette del suo per renderci ancora più tristi. Sul web già si parla di sostituzione etnica organizzata. Gli italiani vengono incentivati ad andarsene dal nostro paese e  li rimpiazziamo con un bel po’ di africani o chissà chi, che arrivano qui cercando la terra promessa ma senza trovarla.
Ma e’ giusto utilizzare quei soldi di ritorno dalle nostre casse via Europa per organizzare tutto questo casino? Vorremmo che il nostro Paese mettesse invece i nostri figli a condizione di crescere in casa loro e non invitarli ad andarsene.  Ogni giorno ne scopriamo una nuova, anche se da qualche anno è operante. Ma non significa che sia una cosa seria.
Magari sarà il modello preferito da quelli come Domenico Lucano da Riace o da Roberto Saviano. Ma chi ha nel cuore l’Italia e gli italiani non può fare a meno di indignarsi. Siamo sempre più lontani dalla nostra gente e questa è davvero una gran brutta cosa.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giovanni vuolo 24 aprile 2019

    Se non fosse drammatico, verrebbe da dire che è l’unico mezzo perché la Toscana diventi nera!! Purtroppo il delirio degli pseudo-progressisti non ha fine. Accusano il Fascismo per le leggi razziali, e loro producono leggi razziali e per di più contro noi Italiani. Speriamo che a forza di essere i perseguitati del terzo millennio, questo po popolo si svegli e sappia dare il definitivo benservito a questa gentaglia che, travestita da buonista, sta esercitando una vera persecuzione contro coloro che hanno il solo torto di essere Italiani, e di aver contribuito a rendere una Nazione grande, perlomeno fino all’altro ieri.

  • FAUSTO MASSAIA 23 aprile 2019

    speriamo che le cose cambino dopo le europee. Basta con i buonisti a senso unico
    fanno schifo. Ci vuole un’altro Mussolini o dei patrioti con le palle ed il cervello fino

  • andrea 23 aprile 2019

    Prima abbiamo subito l’invasione dei terroni, dei mafiosi, camorristi , greci, albanesi, ecc.
    ora è giusto che tocchi ai padroni di casa andarsene, dato che sono stati così coglioni da sopportare tutte le invasioni !

  • Gianna Zagni 23 aprile 2019

    Sono indignata o meglio schifata

  • rino 23 aprile 2019

    La sinistra sta sostituendo il suo elettorato comprandolo con i soldi degli italiani.

  • In evidenza