Pesanti accuse di Trump: “Contro di me un tentato golpe, non c’era nessun Russiagate…”

mercoledì 10 aprile 18:40 - di Giovanni Trotta

Il presidente americano Donald Trump parla apertamente di tentativo di golpe nei suoi confronti per la questione del Russiagate, golpe peraltro fallito. “Non ho letto il rapporto Mueller, non mi interessa del rapporto. Ho vinto, non c’è stata nessuna collusione con la Russia, sono stato totalmente assolto”. Donald Trump risponde così, prima di partire per il Texas, alle domande dei cronisti sul rapporto che il procuratore speciale Robert Mueller ha redatto dopo l’indagine di 22 mesi sul Russiagate. “Dopo 35 milioni spesi, 13 democratici che odiano davvero Donald Trump non hanno trovato nessuna collusione con la Russia. Gente che odia Trump non ha trovato nessuna collusione”, dice il presidente degli Stati Uniti, puntando il dito contro “poliziotti sporchi” e “gente scorretta”. “E’ stato un tentativo di colpo di stato, un tentativo di togliere di mezzo un presidente, di farlo cadere. L’attorney general – dice riferendosi all’operato di William Barr – sta facendo un ottimo lavoro. Sta tornando indietro fino all’origine di tutto, fino all’inizio di questa illegale caccia alle streghe. Quello che è successo è terribile, vergognoso, una cosa del genere non è mai accaduta nella storia del nostro Paese”. Barr finora ha diffuso una sintesi delle conclusioni del rapporto, condensate in una lettera di 4 pagine inviata al Congresso alla fine di marzo. Entro la prossima settimana, il Dipartimento di Giustizia dovrebbe inviare al Congresso la versione integrale del rapporto, nel quale però verranno rese inaccessibili alcune informazioni per esigenze di intelligence, di indagine e di privacy.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza