Migranti, gommone alla deriva al largo della Libia. L’Sos di Alarm Phone: 8 dispersi

mercoledì 10 aprile 11:18 - di Redazione

Otto migranti, caduti in mare, risultano dispersi nelle acque al largo della Libia. Lo riferisce su Twitter l’organizzazione Alarm Phone, che stamattina intorno alle 6 ha ricevuto una telefonata da un barcone in difficoltà con 20 persone a bordo, tra cui donne e bambini. Secondo quanto riferito dai migranti, otto persone sarebbero disperse e il gommone, che avrebbe perso il motore, starebbe imbarcando acqua. Tutte le autorità, sostiene Alarm Phone, sarebbero state informate.

“L’imbarcazione sta andando alla deriva vicino al confine libico-tunisino. La autorità di Tunisi, La Valletta e Roma sono state informate. A Tripoli nessuno può essere raggiunto, nessuna sorpresa vista la guerra in corso. Chiediamo il lancio immediato di un’operazione di salvataggio per le venti persone che stanno chiedendo aiuto”, aggiunge Alarm Phone su Twitter. L’associazione spiega inoltre che “il velivolo Moonbird della Sea Watch ha stabilito un contatto visivo con una barca di legno blu, confermando la presenza di una ventina di persone a bordo e nessun motore. “E’ necessario un intervento urgente per salvare queste persone”, è l’appello immediato che arriva  anche da Mediterranea attraverso le parole dure di Luca Casarini che, con il consueto linguaggio “dialogante”, scrive su Twitter: “In questo momento uomini donne e bambini stanno affondando davanti alle coste della Libia. Otto di loro sono già morti. Tutte le autorità sono informate da 4 ore di questa situazione. Nessuno risponde, compresa Roma. Che voi siate maledetti, assassini”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi