Maltempo, dispersa a Pisa una donna travolta da un torrente in piena. Allarme in tutto il nord Italia

martedì 23 aprile 16:55 - di Redazione

È ufficialmente dispersa la donna a bordo dell’auto che è stata travolta da un torrente in piena mentre stava transitando su un ponte, nel podere “Il Pavone” nel Castelnuovo Val di Cecina (Pisa). I vigili del fuoco hanno ritrovato l’auto ma all’interno la donna non c’era. L’uomo che era con lei in auto è riuscito a mettersi in salvo. Sul posto sono intervenuti il 118 e le forze dell’ordine insieme ai vigili del fuoco con personale del distaccamento di Saline di Volterra e con la squadra speleo-alpino-fluviale (Saf) inviata da Pisa. Mentre continua la ricerca e il soccorso della persona dispersa, sono già stati avviati degli accertamenti per stabilire la dinamica dell’incidente.

Il maltempo, che imperversa su tutta l’Italia, sta flagellando anche la Lombardia con vento forte, piogge moderate diffuse. Per i prossimi giorni la Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia ha emesso un codice giallo di ordinaria criticità in tutte le province. A preoccupare sono soprattutto i venti forti sulla regione con tutti rischi del caso: danni alle strutture, rottura di rami, caduta di alberi, segnaletica e impalcature con conseguenze per la viabilità ordinaria.

Precipitazioni deboli ma persistenti destinate a proseguire anche nelle prossime ore sulla Liguria, in particolare sul centro levante della Regione, dove è stata prorogata l’allerta meteo gialla per piogge e temporali, emanata da Arpal. La perturbazione che sta interessando la Liguria ha portato le cumulate di pioggia maggiori nel savonese: dai dati dei pluviometri aggiornati alle 12 sulle 24 ore sono stati rilevati 64.8 millimetri a Urbe Vara Superiore, 53.8 al Colle del Melogno, 50 a Stella Santa Giustina. In provincia di Genova 38 millimetri a Statale di Né, nello spezzino 31.8a Cuccarello mentre nell’imperiese sono stati 46.4 i millimetri caduti a Colle d’Oggia. Nelle prossime ore è attesa la fase potenzialmente più intensa del passaggio perturbato con la possibile formazione di linee di convergenza tra il savonese e il Tigullio, con rovesci e locali temporali anche forti. L’allerta è stata prolungata, sui bacini piccoli e medi dell’entroterra di Savona, Valle Stura fino alla Val Bormida, fino alle 21 di oggi. Sul centro levante, bacini piccoli e medi sulla costa compresi da Noli nel savonese fino allo spezzino e al
confine con la Toscana comprese Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia l’allerta gialla scadrà alla mezzanotte di oggi. Sull’estremo ponente imperiese invece è stata confermata la chiusura dell’allerta alle ore 15, sui bacini piccoli e medi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza