L’esercito dei Rom in Italia: sono oltre 25mila e vivono in 127 baraccopoli. “Amnesty” celebra i loro diritti

lunedì 8 aprile 16:04 - di Redazione

Sono ancora 25mila le persone di etnia Rom che ancora oggi in Italia vivono in baraccopoli istituzionali e in baraccopoli informali. Una realtà che rappresenta un unicum nel panorama italiano è quella degli insediamenti formali. In Italia se ne contano 127, presenti in ben 74 Comuni. Al loro interno vivono circa 15.000 persone, delle quali più della metà sono rappresentati da minori, con una percentuale di cittadini con cittadinanza italiana vicina al 45%. Sono alcuni dei dati contenuti nel Rapporto annuale intitolato ”I margini del margine”, dedicato alle comunità rom nelle baraccopoli italiane, redatto da Associazione 21 Luglio e Amnesty International presentato oggi a Roma in occasione della Giornata Internazionale per i diritti dei rom.
Negli insediamenti informali – solo a Roma se ne contano quasi 300 – vivono invece circa 10.000 cittadini rumeni e, in minima parte, bulgari. Si tratta di lavoratori stagionali, impegnati in un pendolarismo dalle città di origine al nostro Paese. Negli ultimi anni- si evince nel Rapporto – si osserva una graduale contrazione numerica non certo dovuta all’azione di politiche inclusive, bensì all’allontanamento volontario di numerose famiglie verso l’inserimento abitativo autonomo o il trasferimento in altri Paesi. «La condizione drammatica di numerosi insediamenti formali- spiega il rapporto – la crisi economica unita a numerosi proclami politici stanno spingendo anche comunità di antico insediamento allo spostamento nei Paesi del Nord Europa o al ritorno nei Paesi di origine».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Laura52 9 aprile 2019

    Perchè per rom ed extracomunitari si parla sempre di diritti e MAI di doveri?

  • In evidenza

    contatore di accessi