Fratelli d’Italia denuncia: “Con le telecamere cinesi la Raggi mette a rischio la privacy”

sabato 6 aprile 17:26 - di Redazione

Privacy a rischio per i cittadini romani e non solo, dopo la decisione del sindaco, Virginia Raggi, di installare nel centro della capitale telecamere intelligenti Huawei. A lanciare l’allarme il deputato di Fratelli d’Italia Federico Mollicone, che sulla questione ha presentato un’interrogazione al presidente del Consiglio e al ministro dell’Interno. “Il sindaco di Roma – afferma Mollicone – ha annunciato l’installazione di telecamere intelligenti Huawei, quindi con tecnologia cinese, nel centro della capitale, con la capacità di identificare le persone con un sistema di riconoscimento facciale. Dal 2015 esiste una legge in Cina che obbliga qualsiasi cittadino e azienda cinese a condividere i dati e le informazioni con i Servizi di sicurezza in tutto il mondo a scapito della privacy e della sicurezza nazionale”. Mollicone chiede quindi se il governo “intenda adottare iniziative di competenza, anche normative, per preservare il diritto dei cittadini alla privacy e assicurare le verifiche necessarie per evitare rischi per il sistema Paese”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi