Elezioni amministrative in Sicilia, al voto 34 Comuni: affluenza in calo

domenica 28 aprile 17:37 - di Redazione

Elezioni amministrative: bassa affluenza ai seggi in Sicilia dove si vota in 34 comuni per il rinnovo di sindaci e consigli comunali. Sono 469.474 gli elettori chiamati al voto. Ma alle 12 aveva votato il 15,06% dei 436.567 elettori. A Caltanissetta, unico capoluogo chiamato al voto, ha votato il 15,01% degli elettori il 2,43% in meno rispetto alle precedenti comunali. A Cinisi (Pa) ha votato l’8,36% di elettori in meno rispetto alle scorse comunali, a Roccamena – 4,86%, a Salaparuta – 4,51%, a Motta S. Anastasia (Ct) ha votato l’1,96% in più, a Gela l’1,68% in più.

Amministrative, come si vota

Caltanissetta è l’unico capoluogo di provincia dove si vota alle urne (come in altri sei comuni con più di 15mila abitanti) con il maggioritario a doppio turno: l’eventuale ballottaggio si svolgerà il 12 maggio. La soglia per evitare il secondo turno è fissata al 40 per cento. Nelle restanti cittadine, con meno di 15 mila abitanti, vince già al primo turno il candidato che otterrà più voti.
In sostanza dei 34 comuni al voto solo in sette potrebbero andare al ballottaggio: oltre a Caltanissetta sono Gela, Mazara del Vallo, Castelvetrano, Bagheria, Monreale e Aci Castello.

Le sfide

La provincia siciliana con il maggiore numero di sfide elettorali è Messina. Anche se nessuna tra le competizioni previste, per via del numero esiguo di votanti, può essere realmente considerata di rilievo. Alle urne gli abitanti di Brolo, Condrò, Forza D’Agrò, Leni, Longi, Mandanaci, Oliveri, Rometta, Spadafora, Tortorici. Se si vogliono trovare sfide interessanti allora bisogna andare nel Palermitano dove si vota a Bagheria e Monreale. Cittadini chiamati ad esprimere la propria preferenza pure a Bompietro, Borgetto, Cinisi e Roccamena.

Occhi puntati nel Trapanese sugli esiti del voto di Castelvetrano e Mazara del Vallo. Sempre nel Trapanese consultazioni aperte pure a Calatafimi-Segesta, Salaparuta e Salemi. Seggi allestiti nell’Agrigentino ad Alessandria della Rocca, Caltabellotta, Naro, Racalmuto e Santa Elisabetta.
Nel Nisseno, oltre all’unica città capoluogo al voto, Caltanissetta, si rinnovano le giunte di Gela e Mazzarino. Urne aperte all’ombra dell’Etna. Nel Catanese si vota ad Aci Castello, Motta Sant’Anastasia, Ragalna e Zafferana Etnea. Infine nell’Ennese, l’unico comune al voto è Aidone.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi