Corpo fatto a pezzi e carbonizzato a Milano: arrestati due colombiani

lunedì 1 aprile 16:06 - di Redazione

Due cittadini colombiani sono stati fermati dalla polizia nell’ambito nell’indagine sul corpo fatto a pezzi e carbonizzato che sabato sera è stato trovato nel quartiere Bovisasca, alla perfieria di Milano. Secondo quanto si apprende, si tratterebbe di due colombiani arrivati in città nei giorni scorsi. Uno di loro sarebbe stato bloccato dalla polizia questo pomeriggio mentre tentava di ritornare in Sudamerica partendo dall’aeroporto di Malpensa.

Il cadavere ritrovato alla periferia di Milano

Il cadavere, che in un primo momento veniva ritenuto di donna, sarebbe di un uomo. È stato ritrovato completamente smembrato. La testa era staccata dal tronco, così come le braccia e le gambe, amputate all’altezza del ginocchio. Il corpo è stato chiuso in una valigia che successivamente è stata depositata accanto a un gabbiotto, chiuso con un lucchetto, in cui vengono riposti sacchi di rifiuti del condominio. Chi ha fatto divampare l’incendio (e non è chiaro se è stata la stessa persona che ha commesso l’omicidio, sezionato e abbandonato la salma) pare abbia usato del liquido infiammabile contenuto in una tanica, trovata vicino al rogo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza