Africano irrompe alla messa di Pasqua e ferisce 24 persone. Le autorità tedesche: “Uno squilibrato”

lunedì 22 aprile 18:13 - di Laura Ferrari

La cappa di silenzio mediatico sull’attacco a una chiesa di Monaco di Baviera, sabato notte alla messa di Pasqua, è durata solo poche ore. Sui Social network sono stati pubblicati foto e video dell’aggressione a opera di un 36enne di origine africana, che ha ferito almeno 24 persone.
L’aggressore, che le autorità tedesche si sono affrettate a definire “uno squilibrato”, ha fatto irruzione in una chiesa cattolica frequentata dalla locale comunità croata, procurando il panico tra i fedeli riuniti per la messa pasquale.

Coloro che partecipavano al rito sono stati curati per ferite di varia entità, non gravi. Successivamente tornati all’interno per proseguire la funzione I video che sono stati postati online, mostrano l’interno della chiesa collocata nella parrocchia di San Paolo nel caos. In un video si vede la polizia mentre conduce l’’uomo fuori dalla chiesa. All’inizio era stato riferito che l’uomo avesse pronunciato “Allah Akhbar” non appena ha fatto irruzione in chiesa ma secondo i resoconti dei media tedeschi, l’uomo in realtà avrebbe solo “pronunciato frasi sconnesse e che hanno spaventato i fedeli, i quali partecipavano ai riti della Pasqua”.

Ha colpito con le pietre i fedeli cattolici della messa di Pasqua

A fare maggiore chiarezza sulla vicenda sono stati i media croati, che hanno ricostruito al meglio la vicenda. Il ministero degli Affari Esteri croato ha specificato che, secondo quanto dichiarato dalle autorità tedesche, non si tratta di terrorismo. L’uomo di origine africana, del quale non è stata diffusa l’identità (secondo le autorità di Zagabria sarebbe di nazionalità somala) ha colpito con un fitto lancio di pietre i vetri della chiesa per poi fare irruzione gridando frasi sconnesse.

 

Alcuni fedeli hanno udito la frase “Allah Akbar”. In un primo momento, si era parlato di fuochi d’artificio lanciati all’interno della chiesa, ma secondo la polizia l’aggressore ha lanciato soltanto delle pietre. Pietre che, tuttavia, sono state sufficienti a ferire almeno 24 persone, tutte di origine croata. Alla notizia, pressoché ignorata dai media tedeschi e dalle agenzie di stampa italiane, tranne Prima Pagina news, ha dato risalto anche il Jerusalem Post.  

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi