Vauro giustifica in tv il migrante che vuole uccidere Salvini. La furia di Porro: «Fa schifo» (video)

mercoledì 27 marzo 14:51 - di Ernesto Ciecaquaglia

Vauro è talmente fazioso che è riuscito a mandare fuori  dai gangheri persino  il compassato Nicola Porro, È successo durante Quarta Repubblica, suRetequattro. Tutto è  nato da un servizio mandato in onda nel corso della trasmissione.  Durante tale servizio l’inviata di Quarta Repubblica, in una periferia di Torino, intervista alcuni extracomunitari per capire come la pensano sul senegalese che ha sequestrato l‘autobus minacciando di uccidere 51 studenti. Le risposte mettono paura. “Se dovessi uccidere qualcuno ucciderei Salvini”, dice a un certo punto un immigrato. Dopo il servizio, Vauro, ospite in studio, commenta: “Cosa c’è di strano?”. Scoppia, giustamente, il finimomdo.  Salvini rilancia sul suo profilo twitter il filmatocommentando: “Questo signore non è normale…”.  A quel punto Porro va fuori dai gangheri.”Io lo trovo agghiacciante. Non si spara a Salvini, non si pensa. E se c’è un caz***e che prende in ostaggio 51 persone, caro Vauro, io lo metto in galera. E se qualcuno lo difende mi fa schifo. È un delinquente. Non c’è una giustificazione”. Giusto, anzi sacrosanto. Però una piccola colpa ce l’ha anche Porro: perché continua a invitare nel suo salotto televisivo personaggi come Vauro?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Gianfranco Sanna 27 marzo 2019

    Quello che mi domando è: ma lo fate a posta ad invitare personaggi come Vauro? È apologia di reato inneggiare alla violenza verso qualcuno, lo è ancora di più se rivolto ad un ministro dello stato. Andrebbe oscurato e non va data alcuna visibilità a elementi simili.

  • In evidenza