Roma, incastrato 40enne dalla “doppia vita”: di notte fornaio e di giorno rapinatore

venerdì 1 marzo 10:41 - di Paolo Sturaro

Tutto è partito da un tentativo di rapina nei confronti di un negoziante di ortofrutta. Gli è andata male. Lui, un fornaio del quartiere Torre Angela a Roma, è stato arrestato. L’episodio è avvenuto nel maggio del 2018. In un negozio di ortofrutta di via dei Monti Parioli, un uomo – con casco integrale e pistola in pugno – è entrato all’interno dell’esercizio. Con minacce, ha intimato al titolare di consegnargli l’incasso. È scoppiata una violenta colluttazione tra i due. Il rapinatore, per guadagnarsi la fuga, ha colpito il commerciante alla nuca con il calcio della pistola.

Appostamenti e pedinamenti:
incastrato il fornaio

Le successive indagini da parte dei poliziotti del Commissariato Villa Glori, diretto da Ermanno Baldelli, hanno consentito di identificare l’autore del tentativo di rapina: un 40enne incensurato. Dopo appostamenti e pedinamenti, è infatti stato identificato il malvivente D.P.D., romano, titolare di un forno in zona Torre Angela e fornitore anche di attività commerciali situate in zona Parioli. La certezza e la fondatezza degli elementi raccolti, a carico dell’uomo, hanno consentito agli investigatori di richiedere all’Autorità Giudiziaria l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei suoi confronti. Nell’appartamento dell’uomo, gli investigatori hanno sequestrato la pistola utilizzata per commettere la rapina: una riproduzione della Beretta mod. 92 sprovvista di tappo rosso e le particolari scarpe ginniche che l’arrestato indossava al momento del fatto. Dopo l’arresto l’uomo è stato condotto in carcere.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi