Roma, il tweet che fa saltare i nervi al Cotral: «Zingari e africani urinano sotto le pensiline»

martedì 5 marzo 16:12 - di Mia Fenice

«Zingari e africani fanno i bisogni» sotto le pensiline del Cotral, l’azienda del trasporto pubblico regionale del Lazio. Il tweet di utente che si firma Susy, provoca la risposta per le rime del Cotral: «Ciao Susy, come stai? È bello leggere un commento così, grondante di amore per l’umanità. Pensandoci bene potremmo anche scrivere “Il trasporto pubblico rende liberi” su ogni pensilina e adornarle con del grazioso filo spinato dai toni pastello». L’utente Susy in un precedente post aveva auspicato che «gli zingari e gli africani» sotto le pensiline non facciano «bisogni corporali come spesso accade… tra bottiglie e siringhe. Metteteci anche telecamere nascoste controllate da voi in ufficio, almeno se vengono vandalizzate avete le immagini per le denunce. Sono graditi gli schermi tv». Il tweet diventa subito virale. Gli utenti si scatenano, ci sono quelli che approvano le parole del Cotral, altri sono ironici: «Te vojo bene», «vi perdono anche i disservizi», «49 milioni di minuti di applausi». Parole che non descrivono e non tengono conto della reale situazione e del disagio che ogni giorno chi viaggia deve affrontare. Per rendersene conto basta fare un giro alle varie fermate dei bus. O scendere con le scale mobili nella metro A di Roma. Quello che si trova va oltre l’immaginazione. Nel silenzio di chi dovrebbe intervenire. E nella rabbia di chi è costretto a subire.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi