Meloni “regina” dei conservatori negli Usa: così sulla stampa la notizia del discorso alla CPAC

sabato 2 marzo 13:14 - di Redazione

La partecipazione di Giorgia Meloni alla Conservative Political Action Conference 2019 (CPAC) non è passata inosservata sui giornali italiani. La leader di Fratelli d’Italia, unica politica italiana invitata alla convention, terrà in inglese il suo discorso su “Europa, democrazia e sovranità”. I temi che saranno toccati da Giorgia Meloni sono in parte anticipati da un articolo del Corriere della sera (“Meloni unica italiana alla convention con Trump”): il discorso verterà sulla crisi dell’Unione europea che è diventata organismo sovranazionale che impone ai singoli Stati “le scelte delle élite mondialiste e nichiliste”. Ma Giorgia Meloni ricorderà anche la comune battaglia per la democrazia in Venezuela e la preoccupazione per la penetrazione cinese nelle economie delle nazioni europee. In pratica saranno sottolineati i punti in comune con la politica di Trump, il quale parlerà poche ore prima di Giorgia Meloni. Ci sarà spazio poi per illustrare i principi ispiratori di Fratelli d’Italia: no a un mondo senza confini e senza patrie, no all’attacco alla famiglia naturale, sì alla difesa delle radici cristiane, al diritto alla sicurezza e alla legittima difesa. Questo il terreno d’idee comune a tutto il fronte conservatore in Europa e negli Usa. La notizia del discorso di Giorgia Meloni al CPAC appare con evidenza anche sul Messaggero (“La leader di FdI alla convention del conservatori con Trump”), su Libero (“La Meloni alla convention con Trump”) sul Tempo (“meloni negli Usa regina dei conservatori”), e su La Verità. Sul Foglio la leader di FdI viene intervistata, anche alla luce dell’ingresso nel Partito conservatore internazionale: “I conservatori – dice Giorgia Meloni – avranno un ruolo determinante per la costruzione di una nuova maggioranza alternativa al compromesso storico Ppe-socialisti. In Italia la chiameremmo una maggioranza di centrodestra. Più correttamente dobbiamo lavorare per mettere insieme un vasto schieramento che vada dai popolari ai populisti”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • 3 marzo 2019

    Brava Giorgia,avanti tutta con le politiche del centrodestra.

  • Fausto 2 marzo 2019

    E VAIII!!!!! GRANDE!!