Invettiva di Santoro contro Salvini: «Mi vergogno di essere italiano. Arrestatelo»

mercoledì 20 marzo 15:55 - di Giorgia Castelli

«Arrestate lui». Michele Santoro pubblica sul suo sito un’invettiva contro Matteo Salvini. «Di fronte al mondo civile – scrive nell’editoriale – mi vergogno di essere italiano, mi vergogno di avere un ministro dell’Interno che si chiama Matteo Salvini. Uno che ha trasformato il Viminale, che dovrebbe essere la casa sicura di tutti, in un’agenzia di pubblicità al servizio di un partito, uno che dovrebbe garantire il rispetto della legge e invece non fa altro che violarla».

Santoro: «Salvini parla coi fascisti»

Nell’affondo poi continua calcando la mano in riferimento all’attuale caso della nave Mare Jonio: «Non è il ministro della sicurezza, è il ministro della guerra civile: trattiene impunemente gente inerme in ostaggio, si sostituisce ai magistrati nell’indicare reati, celebra processi sommari pronunciando a mezzo stampa sentenze che prevedono il carcere per chi non condivide la sua disumanità». E poi ancora: «Salvini è un pericolo per la nostra democrazia e continuare a sottovalutarne la natura eversiva è una responsabilità che non voglio condividere».

E infine: «Ogni giorno che passa il suo disprezzo per le minoranze si fa più grande e minaccioso e la civile convivenza tra diversi nel nostro Paese diventa più improbabile. Dialoga con i fascisti, si presenta ai convegni dei tradizionalisti che insorgono contro i diritti civili e la libertà della donna, viola i principi su cui si basa la nostra Costituzione che ha giurato solennemente di rispettare. Se c’è uno che va processato è lui. Se c’è uno che ha invaso la nostra vita è lui. Se c’è uno che va arrestato è lui».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Manlio 17 aprile 2019

    Anche se non ho simpatia con Santoro sono perfettamente d’accordo su Salvini. In realtà non me la posso neanche prendere con chi ci governa i nostri quanto sono L espressione di una maggioranza di italiani che evidentemente la pensa in questo modo. Allora non mi resta che vergognarmi di essere rappresentato da questo governo è di pregare perché le cose non precipitano ulteriormente verso un razzismo e un odio indiscriminato verso esseri umani che fondamentalmente scappano da luoghi dove evidentemente non hanno la possibilità di garantire una vita adeguate a se stessi o ai propri figli.

  • Leonardo Corso 21 marzo 2019

    visto che ti da tanto fastidio Salvini rinuncia alla tua nazionalità itlaiana e vattene insieme aai tuoi sinistrati in Africa

  • Carpino Vince 21 marzo 2019

    Lei si vergogna di essere italiano a me fa schifo un umbecilla che raggiona in questo modo su un programma televisivo nazionale.
    Andate a f******.

  • Giuseppe Tolu 20 marzo 2019

    Non posso scrivere tutto quello che penso di te, finirei in galera, e, per fortuna, comunque censurato. Sono io ITALIANO a vergognarmi di avere concittadini del tuo stampo. Vai via se ti senti disgustato, ma le tue sono solo parole, parole che ti faranno guadagnare qualche spicciolo facendoti seguire da qualche scellerato pari tuo

  • In evidenza