Il Pd si rifugia dietro la bandiera europea. Noi amiamo il tricolore, siamo Patrioti

sabato 23 marzo 6:00 - di Francesco Storace

Nicola Zingaretti ce la sta mettendo tutta. E se si impegna ce la farà a conquistare il titolo di traditore della Patria italiana. Al Nazzareno ancora campeggia, solitaria, la bandiera dell’Unione Europea. Ancora ieri siamo andati sotto quel balcone della sede del Partito democratico e noi che amiamo il tricolore ne rimasti tornati delusi. Nessuna traccia di bianco, rosso e verde.
Niente, Zingaretti ha deciso di farsi del male e ha messo nero su bianco la minacciosa promessa. “Accogliamo l’appello di Romano Prodi!”, e tutti a nascondere il portafoglio. Poi, si è limitato al ridicolo appello ad esporre fino alle elezioni del 26 maggio “una bandiera europea alle nostre finestre!”.

Il flop, gli italiani non vi hanno seguito

Praticamente un flop, a giudicare da quanti hanno accolto la brillantissima idea. Il neosegretario del Pd ancora non ha capito che gli italiani al massimo, l’Europa e la sua moneta, possono forse sopportarla. Ma certo non c’è alcun orgoglio che possa motivare l’esposizione della bandiera. Ma si sa come sono fatti i piddini di questi tempi – e per questo li appellano come piddioti – ogni idea che gli viene in testa per risalire con le percentuali, la sbagliano con straordinaria precisione.
Quella bandiera solitaria sul balcone del Nazzareno – ci abbiamo appiccicato il simbolo nella foto perché sennò sembra una specie di ambasciata – è triste. Di solito, chi ama l’Italia la accoppia con quella tricolore. Ma loro no, perché con l’Europa che ci vogliono continuare a fare ingoiare è come se non si avesse più bisogno della nostra Patria.
Non gli basta ancora questa lunghissima stagione di strozzinaggio, impoverimento, umiliazione. Condizioni durissime ci hanno negato il diritto allo sviluppo. Bordate di tasse per ordine comunitario. Altro che bandiera il 26 maggio, dovrete uscirne con le ossa rotte, perché abbiamo diritto semmai ad un’Europa finalmente rispettosa dei popoli e non più vessatrice.

Siete soggetti ai vostri padroni di Bruxelles

L’Italia che vogliono nascondere con la rimozione della bandiera tricolore è quella che le politiche di subordinazione alla Ue hanno rovinato. Questa sinistra che non adora più lo stendardo sovietico – anche se qualche lacrimuccia per la bandiera rossa sul Quirinale ieri a qualcuno sarà scappata – è irresponsabile. Nel nome delle norme europee è successo di tutto e anche di più. Basti pensare solo alle pensioni e alla distruzione del risparmio degli italiani.
Hanno ancora il coraggio di parlare. Farfugliano appresso a Romano Prodi per tentare di riunirsi attorno a progetti impossibili che già hanno punito abbastanza il nostro popolo. Ci manca solo l’adozione dell’Inno alla Gioia al posto di quello di Mameli e stiamo a posto.
Gettatela, piuttosto, quella bandiera sempre più simbolo di vassallaggio e se proprio non riuscite a farlo, recuperate almeno quella tricolore. Non dovrebbe farvi più schifo la parola Patria. Ma per essere considerati Patrioti dovete fare qualche gesto. Però non potete, perché dovreste impegnarvi per politiche di sovranità nazionale. E se vi azzardate, l’asta di quello straccio azzurro ve la spaccano in testa. I vostri padroni di Bruxelles non tollerano che si metta in discussione la loro supremazia. Ecco perché non siete Patrioti, ma solo traditori della Patria. E quel drappo solitario sul vostro balcone lo testimonia eloquentemente.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 24 marzo 2019

    Il “PD” ?? Non essendo italiani non possono esporre una bandiera che non riconoscono. Pero’ potrebbero sventolare la loro , tutta rossa e con una bella falce e martello, quella si. Non moriranno mai, sono peggio della gramigna.

  • NESTORE 23 marzo 2019

    Buffoni e falsi

  • ADRIANO AGOSTINI 23 marzo 2019

    Ricordo la lapide alle Fosse Ardeatine: ” QUI FUMMO TRUCIDATI VITTIME DI UN SACRIFICIO ORRENDO. DAL NOSTRO SACRIFICIO SORGA UNA PATRIA MIGLIORE E DURATURA PACE TRA I POPOLI “.
    La Patria non si butta via, non si regala: è per questo che la sinistra DEVE SCOMPARIRE; per sempre.

  • Andrea Tauros 23 marzo 2019

    Nel DNA dei comunisti ci sono tradimento e menzogna. La storia insegna. E non sono mai stati nazionalisti (Togliatti al Comintern)

  • eddie.adofol 23 marzo 2019

    IL pd è diventato un partito di traditori dell’ITALIA e bisogna bandirlo insieme ai centri sociali che insieme alle coop hanno distrutto l’economia Italiana facendoci invadere da questi zozzi negracci Africani e perciò tutta la sinistra deve essere bandita dal corpo elettorale. PRIMA GLI ITALIANI VERACI poi i pappamolla cattocomunisti mezzi italien
    via dall’ITALIA TUTTI I CLANDESTINI.

  • In evidenza

    contatore di accessi