Gli Usa mettono al bando i militari trans. Gli attivisti Lgbt: «Trump è crudele»

mercoledì 13 marzo 18:27 - di Redazione

Il dipartimento della Difesa Usa ha approvato un memorandum che impedirà a gran parte dei transgender e delle reclute militari di cambiare sesso e costringerà le persone a servire sotto il loro genere di nascita. Le nuove regole entreranno in vigore il 12 aprile e, anche se non si conformano pienamente al tentativo del presidente Donald Trump di vietare totalmente alle persone trans di prestare servizio militare, la nuova politica fa un grande passo in quella direzione.

Dal 12 aprile basta trans nell’esercito

Le persone transgender attualmente in servizio e chiunque è stato arruolato entro il 12 aprile potrà continuare con i trattamenti ormonali e transizione di genere, se è stata diagnosticata una disforia di genere. Ma dopo questa data, coloro che stanno assumendo ormoni o hanno cambiato sesso non potranno arruolarsi. E qualsiasi militare attualmente in servizio con una diagnosi di disforia di genere dovrà decidere se servire nel suo genere di nascita o dimettersi e sarà escluso dal prendere ormoni o sottoporsi a intervento chirurgico.

L’accusa a Trump: «Discriminatorio e crudele»

«L’amministrazione Trump è ancora una volta crudele e ingiustamente rivolta contro le persone transgender che hanno servito questo paese per anni», ha commentato Glaad, un’organizzazione no-profit di attivismo Lgbt. Adam Smith, presidente della Commissione dei servizi armati della Camera dei Rappresentanti, si è pronunciato contro le nuove regole e ha chiesto al Dipartimento della Difesa di astenersi dall’attuarle. «Chiunque sia qualificato e disponibile dovrebbe essere autorizzato a servire apertamente il proprio Paese, non commettere errori, questo è un divieto discriminatorio per le persone transgender, non un divieto di una condizione medica e continueremo a lottare contro questa politica bigotta», ha detto Smith.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • luigi farinelli 18 marzo 2019

    Forza Trump: bene così. Ora botte contro l’aborto libero e l’orrenda, luciferina IPPF dell’ONU; Attacco a tutte le ideologie “progressiste” che stanno facendo strame della civiltà occidentale: cambiamenti climatici antropici, femminismo antagonista antifamiglia e antinatalità, gender, omosessualismo LGBT, relativismo illuminista e positivismo ateo, intrusione dello Stato nell’educazione dei figli, leggende nere costruite da storici da loggia massonica per denigrare il Medioevo…è ora di contrastare il mainstream mediatico del Pensiero Unico

  • GRAN TURCO 14 marzo 2019

    TRUMP HA FATTO COSA BUONA E GIUSTA.

  • 14 marzo 2019

    Le forze armate devono essere le rappresentanti di ordine e disciplina sotto tutti gli aspetti esistenziali.
    Non bisogna negare ai transgender di vivere la loro vita,però devono farlo senza interferire in quella degli altri e senza pretendere che altri si assoggettino ai loro costumi.
    A tal riguardo nessuno vieta loro di uscire dalle forze armate e vivere la loro vita altrove,oppure continuano a vivere la loro vita militare con le garanzie date all’atto dell’arruolamento.

  • In evidenza