Gli antagonisti irrompono alla festa dem: “Minniti non deve parlare”. E il Pd: siete squadristi

sabato 2 marzo 13:29 - di Alessandra Danieli

A poche ora dal democratico “bagno di folla” ai gazebo del Pd, a Modena gli antagonisti rovinano la Festa della Primavera dem. Un gruppo dell’estrema sinistra  ha fatto irruzione alla kemesse modenese per impedire l’intervento di Marco Minniti, che ministro dell’Interno osò mettere in piedi una politica di rigore sul fronte dell’immigrazione. A denunciare il fattaccio è lo stesso Pd i Modena che, su Facebook, definisce i compagni che sbagliano degli “squadristi”. Insomma chi usa le maniere forti, anche se cresciuto nel nome dell’antifascismo militante, è vittima della sindrome squadrista. Vuoi vedere che, scava scava, pure gli antagonisti sono fascisti.

«Questa sera una trentina di facinorosi si è introdotta alla Festa di Ponte Alto con l’intento di impedire l’incontro con l’on Minniti – si legge nel post -– il loro unico risultato è aver ritardato l’iniziativa. Noi non ci facciamo intimidire!». Il segretario provinciale dem Davide Fava e Andrea Bortolamasi, che hanno assistito a tutta la scena, parlano di «aggressione squadrista contro la Festa» e di «attacco pre-organizzato», messo a segno «da rappresentanti del movimento antagonista, a cui si erano uniti esponenti dei sindacati autonomi e dei comitati». I “facinorosi” «hanno formato un corteo, sono entrati in sala, dove i presenti stavano tranquillamente mangiando, hanno scandito slogan conditi da insulti e provocazioni all’indirizzo del Pd e delle sue politiche. Nessuna voglia di confronto, ma solo l’intento di procurarsi un palcoscenico in casa altrui. In sala c’erano famiglie che stavano godendosi una serata conviviale, chi in attesa di recarsi nella sala da ballo, chi di seguire l’incontro politico». L’intervento della polizia ha riportato l’ordine. Morale: i compagni hanno sbagliato posto, dovrebbero andare altrove fa capire il post. «Persone che si autodefiniscono di sinistra, ma che hanno completamente sbagliato obiettivo: il Partito democratico è il vero argine al dilagare delle destre, anche le più estreme».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 2 marzo 2019

    Haahhaahaa, buffoni! Poi i fascisti sono gli altri. Avanti tutta, tra quindici giorni un altro 3_4% in meno.