Giorgia Meloni, unica politica italiana alla convention dei conservatori americani (video)

venerdì 1 marzo 15:45 - di Adriana De Conto

Dopo la ribalta europea arriva l’imprimatur internazionale per Giorgia Meloni. La sua trasferta negli Stati Uniti è iniziata da New York, prima tappa che ha visto la leader di Fratelli d’Italia partecipare al meeting del Council Italia – Usa,A Common Future”, che precede l’appuntamento di sabato a Washington, giornata clou in cui avrà luogo il grande appuntamento annuale dei conservatori Usa. Giorgia Meloni sarà l’ unica relatrice italiana inviata al prestigioso appuntamento internazionale. La convention “Conservative Political Action Conference” (CPAC) – lo ricordiamo- è la più grande manifestazione del mondo conservatore organizzata dall’American Conservative Union (ACU) alla quale parteciperà anche il Presidente degli Stati Uniti, Donald J. Trump. Si svolgerà al Gaylord National Resort and Convention Center, alle porte di Washington.

Meloni: «Da lontano la discussione sulla Tav è ancor più surreale»

Giorgia Meloni, sarà relatore nel panel Democracy Breaking through Darkness” dove avrà mod odi parlare di temi chiave come la libertà e la sovranità, dall’Europa al Venezuela. Proiettata sulla ribalta internazionale, tuttavia la Meloni non perde di vista lo scenario italiano che, anche visto da lontano, è tutt’altro che edificante. «Vista da lontano, – commenta infatti la leader di FdI – la discussione in Italia sulla Tav sembra ancora più surreale,  se vista qui dagli Stati Uniti, dove abbiamo partecipato al Consiglio Italia-Stati Uniti. Questa iniziativa mette insieme le migliori energie italo-statunitensi per parlare di commercio e intensificazione degli scambi ma non ha molto senso parlare di come intensificare gli scambi dagli Stati Uniti e intanto rimanere esclusi dai commerci europei per colpa di chi vuole dire sempre no alle infrastrutture», ha dichiarato da New York Giorgia Meloni. Che ha aggiunto: «I repubblicani americani guardano con estremo interesse al progetto politico di Fratelli d’Italia. Dopo il nostro ingresso nella grande famiglia conservatrice europea di Acre sancito a Roma la nostra presenza a Washington testimonia il sempre maggiore interesse che il progetto di Fratelli d’Italia sta riscuotendo a livello internazionale, su entrambe le sponde dell’Atlantico. Difesa dei confini, tutela della famiglia e dei valori tradizionali, una politica per l’impresa e per il lavoro: sono l’unica relatrice italiana invitata a parlare del tema della sovranità e della democrazia in Europa e in Venezuela».

 

 

http://cpac.conservative.org/

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • mariella albertoni 2 marzo 2019

    35 anni fà feci un viaggio in America e tra le persone che incontrai, quasi tutte mi dissero che nelle università si studiava il comportamento ed il modo di pensare degli italiani che era unico al mondo.

  • In evidenza

    contatore di accessi