Basilicata, Berlusconi brinda. Gasparri «Grillini umiliati». FI: «Stop al governo»

lunedì 25 marzo 10:24 - di Giorgio Sigona

«Evviva, la Basilicata si è data finalmente un buon governo. Complimenti a tutti gli amici lucani che hanno saputo votare bene!». Silvio Berlusconi brinda alla vittoria del centrodestra, l’ennesima di un elenco che si allunga di elezione in elezione. «Grillini umiliati», scrive Maurizio Gasparri su Twitter.  Poi dice: «Il nostro partito ottiene un ottimo risultato, perché oltre alla lista di FI, la lista del Presidente e altre liste della nostra area sommano un numero di voti che confermano il ruolo fondamentale di Forza Italia e della nostra area all’interno del centrodestra. Sono lieto di avere condiviso molti momenti di campagna elettorale in Basilicata e voglio pubblicamente ringraziare Silvio Berlusconi che si è personalmente speso più volte per andare ad incontrare cittadini e categorie sul territorio lucano». È l’ennesima regione «che passa dal centrosinistra al centrodestra e dobbiamo sottolineare che in Basilicata il centrodestra non aveva mai vinto da quando esiste la regione e che si trattava di un feudo elettorale della sinistra. Zingaretti esordisce con una sconfitta in una regione che la sinistra non aveva mai perso alle elezioni. Un viatico veramente catastrofico».

“Lo scatafascio grillino”

«Registro con soddisfazione lo scatafascio dei grillini, incapaci e irresponsabili. Hanno illuso il sud con promesse false, stanno devastando con la loro incapacità città come Roma e stanno dimostrando di non essere adeguati a responsabilità di governo, avendo condotto l’Italia in recessione e il sud in un angolo cieco. La disfatta dei grillini è importante quanto l’affermazione del centrodestra e di Forza Italia. Il centrodestra unito deve tornare al governo all’insegna della coerenza. È un tema che la lega non potrà eludere’, conclude Gasparri.

“Il voto in Basilicata non può passare inosservato”

Il voto non lascia spazio a interpretazioni diverse, continua la crisi di consensi dei Cinquestelle, tutte le anime del centrodestra avanzano, il Pd cerca di uscire dal tunnel. E Antonio Tajani commenta: «Mi sembra che gli italiani ci dicano che vogliono un governo di centrodestra e che la stagione del governo Lega-M5S è alla fine. Mi auguro che la Lega stacchi la spina a questo governo», aggiunge Tajani, «se non vuole essere considerata corresponsabile della pessima azione di governo col M5S. Mi auguro che tutto il centrodestra si faccia carico delle richieste della base». Poi specifica che la scelta del candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Piemonte spetta a Forza Italia: «Abbiamo sottoscritto un accordo con Giorgetti, la Lega rispetterà questo patto».

La lista delle Regioni conquistate dal centrodestra si allunga

Già a febbraio scorso, la coalizione di centrodestra aveva strappato al centrosinistra due importanti Regioni. Prima l’Abruzzo, con il neogovernatore Marco Marsilio. Poi la Sardegna poi con il neopresidente Christian Solinas. La Basilicata si è dunque aggiunta alle otto Regioni già “targate” centrodestra. La lista infatti comprende Abruzzo, Sardegna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Liguria, Molise, Veneto, Sicilia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza