Anche Putin ha la sindrome di Asperger? Macché, era solo una bufala di Obama…

venerdì 22 marzo 18:10 - di Antonio Pannullo

Con la notorietà di Greta Thunberg, l’adolescente svedese in lotta per il clima affetta da una forma di Asperger, l’autismo è tornato di moda: su questa patologia si interrogano i giornali e i giornalisti, sono già in circolazione diversi film, e sta avendo grandissimo successo la sedie tv americana The Good Doctor, che racconta proprio la storia di un autistico che diventa chirurgo di successo. Così come fu per Rainman con Dustin Hoffman, che aprì una porta sullo sconosciuto mondo dell’autismo. La diagnosi della sindrome di Asperger, dal nome del medico austriaco che l’ha individuata, è molto recente, risale agli anni Novanta, e ancora non se ne sa moltissimo. A quanto pare è imparentata con l’autismo, ma è una forma non sempre invalidante, anzi chi ne è affetto dimostrerebbe maggiori capacità in campi specifici. Senza addentrarci troppo in un terreno estremamente scivoloso, soprattutto per la nostra ignoranza della materia, diremo solo che The Good Doctor per la precisione è affetto non da Asperger ma da sindrome del savant, dal francese “idiota sapiente”, perché chi ne è affetto è deficitario in alcuni campi ma molto al di sopra alla norma in altri. Qualcuno ha provveduto a rilanciare la bufala di qualche anno fa, creata ad arte dal Pentagono e rilanciata persino da Usatoday, secondo la quale lo stesso presidente russo Vladimir Putin fosse un Asperger: secondo uno studio commissionato all’Us Naval War College dal Pentagono, che ovviamente studia da ogni punto di vista i potenziali avversari degli Stati Uniti, Putin sarebbe affetto da autismo che ne influenza ogni decisione. I ricercatori Usa esaminarono la storia clinica di Putin, il suo comportamento in pubblico, in video, l’eloquio, la deambulazione, ma non si può assolutamente fare una diagnosi di Asperger senza una lastra al cervello, di cui gli scienziati statunitensi certamente non dispongono. A suo tempo, il Cremlino liquidò la cosa come assolutamente ridicola e indegna di un commento, ma ciò che preoccupa è il tentativo del Pentagono di screditare Putin per il fatto di essere autistico. Cosa ignobile in quanto, come detto, spesso gli autistici hanno molte più capacità degli altri, seppure in determinati settori. Della cosa poi non si è più parlato e Putin non ha mai affrontato l’ergomento. Insomma, secondo i cervelloni di Obama, la capacità di prendere decisioni rapide e una certa determinazione sarebbero sintomo di un disagio neurologico. Diagnosi non plausibile, che la dice lunga sui metodi dei dem e della sinistra in genere per diffamare gli avversari politici. Forse tra un po’ uscirà fuori che anche Orban o la Le Pen soffrono di disturbi mentali…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza