Sbarchi di clandestini: – 95 per cento nel 2019. Salvini: se avessimo aspettato Bruxelles…

sabato 9 febbraio 16:37 - di redazione

La cura funziona: dall’inizio dell’anno gli sbarchi di clandestini sulle coste italiane sono in calo del 95,73%. Lo riferiscono fonti del Viminale, sulla base di dati aggiornati a questa mattina. Dal 1° gennaio al 9 febbraio sono infatti sbarcati 202 immigrati illegali, a fronte dei 4.731 dello stesso periodo del 2018. In particolare, in Sardegna da inizio anno non si sono verificati sbarchi, mentre erano stati 114 nello stesso periodo del 2018. In Calabria la riduzione è stata dell’82%: 53 sbarchi a fronte di 296. In Sicilia 149 arrivi contro 4.321, con un calo del 96,5%. In definitiva, a fronte di 202 sbarchi registrati dall’inizio dell’anno a oggi (statistica ferma alle ore 8 del 9 febbraio 2019) si segnalano 629 rimpatri di clandestini di cui 595 forzati (statistica aggiornata al 3 febbraio 2019) e 34 volontari assistiti (statistica aggiornata al 31 gennaio 2019). Lo riferisce ancora il Viminale. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha commentato: “Non siamo noi litigiosi, sai cosa me ne frega a me di litigare con Macron? Mi alzo alla mattina pensando al mio lavoro, non a Macron, o ad avvocati, indagini, inchieste …. Ma se uno mi impedisce di fare il mio lavoro dico sobriamente di no”. Lo ha detto il vicepremier intervenendo all’assemblea dei risparmiatori colpiti dal crack della Banca Popolare di Vicenza. “Se per risolvere il problema dell’immigrazione dei clandestini avessi dovuto attendere Bruxelles avremmo aspettato 6 anni e ne sarebbero arrivati altri 200 mila – ha ricordato- e invece siamo andati da soli, mi è costata qualche inchiesta però…. Noi facciamo da soli”, ha concluso con una battuta.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza