Rita Dalla Chiesa durissima: «A Roma si può vivere (e morire) così?» (video)

martedì 26 febbraio 18:28 - di Giorgio Sigona

Due post su facebook e Twitter. Due post di denuncia contro “chi non sente”. E chi non sente è la sindaca Raggi. Rita Dalla Chiesa pubblica le foto del suo terrazzo distrutto dal vento e fa una domanda: «A Roma si può vivere (e morire) così?». Ma non solo. «Questo vento agita anche me… il mio terrazzo distrutto, mentre ero in trasmissione. Ma ho letto che ci sono stati danni molto più gravi. E allora dico “domani è un altro giorno, si vedrà». ”La conduttrice posta un video mostrando come sono ridotti i giardini nella Capitale: «I pini cadono come birilli, le potature sono sempre state un optional. Le radici non hanno più spazio per estendersi, hanno sollevato marciapiedi e asfalto». E ancora: «Visto che non esiste a Roma un Servizio Giardini, aiutiamoci fra di noi a segnalare. Servirà a poco, perché nessuno ci sta a sentire, ma almeno rimarranno delle prove dell’incapacità di qualcuno a proteggere l’incolumità dei cittadini».
Molti i commenti. G.S. scrive: «Rita, con la carrozzina in zona Statuario è diventata una corsa ad ostacoli, ci sono più buche che marciapiedi, anzi non buche, voragini. A volta evito di uscire per non farmi molto male, è un’indecenza. Un abbraccio e grazie della sensibilità». Dura è L.B.: «Aspettano come sempre che succeda qualcosa di spiacevole! Ho finito le parole a forza di protestare. Continuiamo a farci sentire. Prima o poi si stapperanno le orecchie!». Per E.M.L., la sindaca Raggi è «una incapace una incompetente di prima categoria».

Visto che non esiste a Roma un Servizio Giardini…, aiutiamoci fra di noi a segnalare. Servirà’ a poco, perché’ nessuno ci sta a sentire, ma almeno rimarranno delle prove dell’incapacità di qualcuno a proteggere l’incolumità’ dei cittadini.

Pubblicato da Rita Dalla Chiesa su Martedì 26 febbraio 2019

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giorgio 27 febbraio 2019

    ricordo l’ultima tassa che i cittadini del Bel Paese hanno pagato (mi pare ci fosse a Roma il sindaco precedente la Raggi di cui ora non mi sovviene il nome, quello tanto per intenderci degli scontrini del ristorante e mandato a casa da Renzi), la tassa,per intenderci nominata tassa per Roma capitale che assieme alle altre analoghe tasse,molte, che si perdono ormai nella notte dei tempi, i cittadini italici hanno pagato. Risultato attuale: le buche sono ancora tutte li’ anzi sono aumentate di numero e di volume, i cornicioni dei palazzi e pezzi delle mura cadono anche in testa ai passanti, gli alberi cadono soprattutto per incuria oltre che per il vento intenso, l’inquinamento e’ in forte, anzi …issimo, aumento, i campi rom sono ancora li’ nonostante l’impegno del bravo e almeno volonteroso Salvini, i parchi( i meravigliosi parchi della Roma di un di’) fanno letteralmente “schifo” trasformati in discariche di ogni “monnezza” oltre che di auto rubate e depredate poi gettate, ………..si potrebbe continuare, un commento……ah!!!! caro Lei quando c’era Lui; anche se non sono effettivamente un “nostalgico” ma….. “quanno ce vo ce vo”.

    • Francesco Storace 28 febbraio 2019

      In effetti è un vergogna

  • LORENZO 27 febbraio 2019

    Rita Dalla Chiesa… perchè non ti proponi come Sindaco di Roma?
    Saluti, Lorenzo

    • Francesco Storace 28 febbraio 2019

      Dici che ce la farebbe?

    In evidenza

    contatore di accessi