Tifoso morto, sequestrata a Napoli un’Audi che potrebbe averlo schiacciato (video)

giovedì 3 gennaio 16:17 - di Redazione
Scontri fra interisti e napoletani

E’ stata sequestrata a Napoli l’auto che potrebbe aver schiacciato il tifoso interista Daniele Belardinelli, travolto e ucciso il 26 dicembre scorso in via Novara, a Milano durante gli scontri fra ultras interisti e napoletani.

L’auto sequestrata dagli investigatori delegati dai magistrati milanesi che stanno svolgendo un’inchiesta sulla vicenda, è un’Audi station wagon, che era presente il 26 dicembre in via Novara, a Milano, dove sono avvenuti gli scontri tra ultrà interisti e napoletani che hanno causato la morte di Daniele Belardinelli, e risulta intestata in leasing al padre, incensurato, di un tifoso napoletano.
Altre due auto che potrebbero aver colpito il tifoso interista – resta da accertare se l’urto sia stato casuale o intenzionale – sono state individuate e, nelle prossime ore, gli investigatori dovrebbero procedere, anche in questo caso, al sequestro

Dagli accertamenti si dovrà capire se le tre auto siano coinvolte o meno nell’investimento di Belardinelli e se, in caso positivo, vi sia stata, effettivamente, l’intenzione di colpire o di investire il tifoso o se, piuttosto, tutto sia accaduto per caso, magari nel tentativo, da parte dei tifosi napoletani, di sfuggire all’agguato degli avversari.

L’auto sequestrata a Napoli nell’inchiesta milanese condotta dalla Digos e coordinata dal procuratore aggiunto Letizia Mannella e dai pm Rosaria Stagnaro e Michela Bordieri, potrebbe essere quella che è passata sopra a Daniele Belardinelli. E’ un’ipotesi concreta su cui stanno lavorando gli inquirenti.

L’auto è stata identificata sia attraverso la videoanalisi delle immagini registrate – ma la targa non è stata ripresa – sia attraverso le testimonianze di chi era presente durante gli scontri violentissimi fra le opposte tifoserie in via Novara.
E, da questo punto di vista, il numero delle persone coinvolte e identificate dagli investigatori sta aumentando di ora in ora. Al momento si ritiene che agli scontri siano stati presenti circa 100 tifosi interisti assieme agli ultras di Nizza e Varese con cui i supporter sono gemellati, e circa 80 tifosi napoletani.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza