Salvini accolto al Quirinale da un corazziere di pelle nera. È una “beffa” di Mattarella?

giovedì 24 gennaio 18:44 - di Ernesto Ciecaquaglia

Casualità o beffa di Mattarellla a Salvini?. È accaduto oggi Al Quirinale, dove  si celebrava la Giornata della memoria contro il razzismo. Al Colle è salito anche il ministro dell’Interno . E chi c’era ad accoglierlo? Un  corazziere di pelle nera. Certo non era la sua prima apparizione al Colle. Ma l’edizione on line del Messaggero riporta alcune voci dei presenti, che così hanno commentato: “Il personaggio giusto al posto giusto”.

Nulla, nel Palazzo, accade per caso

I soliti malpensanti ritengono che si sia trattato di un beffardo “messaggio” di Mattaralla al vicepremier. Gli avrebbe cioè fatto trovare un corazziere di colore, proprio  in una cerimonia contro il razzismo, per ricordargli che l’Italia è ormai  un  Paese “multicolore”. Chi conosce il linguaggio del “Palazzo” sa bene che nulla accade per caso. Ma sa anche che che la colpa sarà sempre attribuita proprio al caso, il caso burlone.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Andrea 25 gennaio 2019

    vorrei ricordare che l’ on Toni Iwobi della Lega Nord da oltre 20 anni è l’ unico senatore in Italia di pelle scura , senatore della Lega Nord , un Cittadino normale vede un Corrazziere , lo stolto vede un nero vestito da Corrazziere , alla Lega non interessano gli immigrati di qualsiasi colore che arrivano in Italia per lavorare , interessano quelli che arrivano quà per delinquere , se il Messaggero non ha altri scoop da scrivere si occupi di altro … delle marmotte del trentino o delle olive ascolane , per esempio

  • Claudio 24 gennaio 2019

    E’ quello che deve fare un grande Presidente della Repubblica che ogni giorno ricorda a quello squallido razzista che sta a fare il Ministro, pur essendo indagato, che la costituzione non ancora stata modificata in senso fascista.
    Speriamo che di questi dispetti ne succedano tutti i giorni.

  • In evidenza