Saldi al via domani, parte il “countdown”: si comincia in Basilicata e Sicilia. Ecco la mappa

martedì 1 gennaio 13:17 - di Redazione

Sconti e svendite al via: è già partito il conto alla rovescia per i saldi invernali, che si inaugurano domani in Basilicata e Sicilia, dopodomani in Valle d’Aosta e poi si estenderanno dal 5 gennaio in tutte le altre regioni d’Italia. Secondo le stime dell’Ufficio Studi Confcommercio, quest’anno i ribassi interesseranno oltre 15 milioni di famiglie su oltre 26 e muoveranno in totale oltre 5 miliardi di euro, con una spesa media a famiglia di 325 euro, 140 euro pro capite.

Saldi al via: si comincia domani in Basilicata e Sicilia

Come noto, però, i consumatori italiani sono pronti a stiore e a ridisegnare i contorni di indagini di mercato e previsioni statistiche: e allora, se saranno saldi, euro più euro meno, in linea con quelli dello scorso anno, ma avranno la straordinaria opportunità di risvegliare i consumi, ce lo diranno i resoconti dei prossimi giorni. Quel che è certo al momento è solo che «i consumatori potranno tornare a trovare “vere” occasioni nei nostri negozi», ha commentato a riguardo Renato Borghi, presidente di Federazione Moda Italia che ricorda come il 2018 si sia chiuso «con molte preoccupazioni per i commercianti che si vedono schiacciati da consumi che non decollano, concorrenza sleale del “wild” web, costi incomprimibili e tasse sempre più asfissianti». «Bene dunque l’aver sterilizzato per questo 2019 l’incremento di 2,2 punti percentuali dell’Iva che sarebbe schizzata dal 1° gennaio al 24,2%, ma occorre ancora di più per rilanciare la nostra economia, a partire dalla eliminazione delle clausole di salvaguardia che invece sono incrementate per valore, la riduzione del costo del lavoro e la previsione di una web tax per i colossi del web, vista la difficoltà di avere un’univoca norma comunitaria», ha concluso poi Borghi, augurando a tutti – commercianti e acquirenti – buono shopping e tanti convenienti saldi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza