Operazione Sophia, Mogherini: «Se l’Italia non la vuole, pronti a chiuderla»

mercoledì 23 gennaio 11:57 - di Alessandra Danieli

L’Unione europea sarebbe pronta a chiudere l’operazione Sophia, tornata protagonista della cronaca politica dopo la notizia della decisione della Germania di sflarsi in seguito agli atteggiamenti del governo italiano. Lo riferiscono fonti vicine all’alto rappresentante per la politica Estera dell’Unione europea, Federica Mogherini. «L’Operazione è stata ed è ancora un’eccellenza della politica di difesa europea. Ha contrastato il traffico di esseri umani nel Mediterraneo fino quasi a fermarlo del tutto, addestrato la guardia costiera libica, e salvato vite. Sophia ha portato tutta l’Ue nel Mediterraneo, dove l’Italia era sola prima del 2015. Se oggi l’Italia, che ha il comando e il quartier generale dell’operazione, non la vuole più, siamo pronti a chiuderla». Sophia è un’operazione militare lanciata dall’Unione europea in conseguenza dei naufragi avvenuti nell’aprile 2015 che hanno coinvolto diverse imbarcazioni che trasportavano migranti e richiedenti asilo dalla Libia, la sede operativa è a Roma. Antonio Tajani invece sottolinea come l’operazione navale sia di strategica importanza per l’Italia.

«O cambiano le regole o finisce la missione» è la posizione “storica” di Matteo Salvini ribadita anche in queste ore. «La missione navale Sophia – scrive su Twitter il ministro dell’Interno –  ha come ragione di vita che tutti gli immigrati soccorsi vengano fatti sbarcare solo in Italia. Accordo geniale sottoscritto dal governo Renzi, non so in cambio di cosa».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi