Lo “spauracchio” di Librandi: «Attenti, Salvini fa leggi disumane e minaccia tutti»

venerdì 4 gennaio 11:28 - di Adriana De Conto

Ecco Librandi iniziare il nuovo anno con le sue solite “perle” che tanta irritazione mista a senso del ridicolo gli provocano. Ecco l’ennesima sortita contro Salvini da raccogliere negli “stupidari” di chi la spara più grossa. Eccolo quindi annunciare al mondo di essere pronto a cavalcare con un po’ di ritardo la grave ribellione dei sindaci a una legge dello Stato, “arricchendo” la sua posizione con insulti e analisi grossolane. Librandi – ex Scelta Civica e ora del Pd – si dichiara «al fianco dei sindaci e dei cittadini che ritengono il decreto Salvini una legge disumana. Matteo Salvini come ministro dell’Interno dovrebbe ascoltare i primi cittadini anziché alimentare le polemiche e minacciarli di azioni legali. Bene ha fatto Orlando, profondo conoscitore della sua terra, a puntare i piedi e portare avanti le sue idee in termini di accoglienza. Ora sarebbe compito del ministro invitare i sindaci al Viminale, ascoltarli e magari aprire la legge a modifiche».

Librandi dispensa consigli

Il parlamentare del Pd oltre ad arrivare in ritardo, visto che un tavolo tra Anci e governo è già in previsione- non evita di mettersi in ridicolo. Ce la mette tutta nell’iniziare l’anno incassando tanti insulti sui social. Definire “disumana” una legge firmata dal presidente della Repubblica, è quanto mai avventuroso, per uno che ha applaudito Mattarella solo pochi giorni fa.  Definire Leoluca Orlando “profondo conoscitore della Sicilia” potrebbe sembrare una battuta sarcastica, vista la situazione in cui versa Palermo, tra rifiuti e criminalità. Consigliamo pertanto  a Librandi di lasciare alla Boldrini, a Saviano, ai vari Lerner e compagnia, gli insulti a Salvini, sono più allenati. Altrimenti il ridicolo è dietro l’angolo, un ridicolo a cui ormai Librandi si espone con disinvoltura. YouTube è un’antologia preziosa per chi volesse verificare quanto l’ex Scelta Civica sia “amato” dal pubblico dei talk show e quanto abbia fatto arrabbiare terremotati, disoccupati e italiani in difficoltà con le sue sortite pro-migranti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 4 gennaio 2019

    Anche questo in onda? Ma non era il sole che bruciava le cervella? Stai a vedere che bisogna fare attenzione anche al freddo!? Mah!

  • In evidenza

    contatore di accessi