Fattura elettronica, è caos. Lollobrigida: «Il governo la cancelli immediatamente»

lunedì 7 gennaio 19:03 - di Redazione

Segnalazioni di “gravi malfunzionamenti e blocchi sul sistema di fatturazione elettronica” anche nella giornata di oggi. A renderlo noto l’Anc (Associazione nazionale commercialisti), che in una nota sottolinea come “oltre alla piattaforma pubblica dell’Agenzia delle Entrate, che già dalle 8:45 accoglieva con un ‘Impossibile raggiungere sito’ in questo momento ancora riscontrabile, anche sui sistemi di invio gestiti da privati sono state rilevate diverse anomalie”. Quel che “avevamo previsto e denunciato si sta puntualmente verificando – dichiara il presidente del sindacato professionale Marco Cuchel – e ciò che qualcuno ha generosamente considerato rallentamenti e difficoltà dovuti all’applicazione di un nuovo sistema, si sta rivelando la regola. Anche il Codacons ha denunciato, da parte sua, la situazione di grave difficoltà e l’Associazione nazionale commercialisti sta valutando, assieme al mondo imprenditoriale un’azione comune di protesta che abbia un impatto significativo, tale da rappresentare con forza il disagio di tutti”, si legge, infine.

«Assurdo colpire il tessuto produttivo della Nazione»

Dure le reazioni della politica, soprattutto da parte delle opposizioni.  “Fratelli d’Italia chiede al governo l’immediata cancellazione dell’obbligo di fatturazione elettronica” ha dichiarato in una nota il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida, che ha proseguito: “A una settimana esatta dalla sua sciagurata introduzione, è ancora caos nel sistema dell’Agenzia delle Entrate e i continui disservizi non fanno che aggravare ulteriormente il carico burocratico dei piccoli commercianti e imprenditori italiani, già duramente messi alla prova dall’enorme mole di tasse e adempimenti fiscali. È assurdo continuare a colpire il tessuto produttivo della nostra Nazione. Ma ancor più grave è farlo per finanziare le promesse elettorali assistenzialistiche del Movimento 5 Stelle contenute nella legge di bilancio”, ha concluso Lollobrigida.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza