Di Battista confessa su Fb: «Mio padre ha un lavoratore in nero. Sono incazzato a morte» (video)

sabato 26 gennaio 18:20 - di Ezio Miles

moralisti “bastonatori” finiseono sempre “bastonati”. Di Battista come Di Maio, ma anche come Renzi, assaggia il “randello” delle Iene per colpa del padre. E sempre per lo stesso motivo: la presenza di lavoratori in nero nell’azienda di famiglia. Il genitore di Di Battista ne avrebbe uno, come confessato in un video su  Facebook dallo stesso esponente del M5S.  «Questa mattina mi ha chiamato il mio papà e mi ha detto che era stato avvicinato da Filippo Roma delle  Iene, che gli ha fatto delle domande in merito a una piccola impresa familiare che abbiamo. A un certo punto gli ha chiesto: ‘Ma lei ha o ha avuto un lavoratore in nero?’. Mio padre gli ha detto: “Sì”».

 “Autogol” di Di Battista

Di Battista ammette allora di essersi molto arrabbiato, anzi «incazzato a morte» , come sottolinea con veemenza. Ma come, il figliol  prodigo è appena tornato dal Sudamerica, pronto a   gettarsi di nuovo nell’agone politico e il genitore che fa, gli fa trovare questa bella “sorpresina” , potenzialme devastante ? Inaudito, il giovane Di Battista  è costretto a correre ai ripari. E  dà egli stesso la notizia prima che lo facciano, in  modo per lui letale, le Iene. Ottima la scelta di tempo, cosa  che permette al Dibba pntastellato di evitare il peggio. Ma, ascoltando bene il sonoro del video, ci si accorge anche che il prode Alessandro commette un piccolo autogol. La sua “arrabbiatura” non appare infatti dettata tanto da motivi “etici” quanto politici. Sorge a questo punto  spontanea la domanda: se non ci fossero state di mezzo le Iene e se Di Battista avesse scoperto l’irregolarità commessa dal padre per via del tutto privata, sarebbe forse andato su Fb a denunciare il fatto? Beato chi ci crede…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Luciano Vignati 27 gennaio 2019

    “Non guardare il fuscello nell’occhio del tuo vicino, ma guarda la trave che hai nel tuo occhio”. Codesto passo del Vangelo si calza a pennello per Zorro alias Di Battista che si dimentica spesso di un’altro passo. “chi di spada ferisce, di spada perisce. Per l’arrogante Di Battista è l’epilogo della sua incoerenza.

  • sergio la terza 27 gennaio 2019

    Buffone è facile incazzarsi ma se non cerano le Jene lo avrebbe detto.-Chiacchierone torna in Guatemala e non rompere le palle.-

  • In evidenza