Manovra, Meloni: «Il governo tradisce interi comparti produttivi»

giovedì 20 Dicembre 17:33 - di Redazione

”Nelle varie bozze dell’ormai mitologico maxiemendamento che dovrebbe definire la legge di bilancio, ci sono ancora troppe cose che non vanno rispetto alle tante promesse fatte dal governo del presunto cambiamento sul tema Bolkestein e dintorni. Accanto ad una estensione delle concessioni balneari, che noi continuiamo a reputare zoppicante e troppo blanda a causa del solito atteggiamento anti-imprese del M5S, pare che si rinunci ad affrontare la questione dell’applicazione errata della direttiva Bolkestein agli operatori del commercio ambulante, così come alle nostre guide turistiche”.  È quanto dichiara Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia.

Ignorate importanti attività economiche

“E questo -aggiunge- in barba ai roboanti impegni assunti a più riprese anche dai grillini che a queste categorie hanno chiesto il voto. Nonostante molti emendamenti presentati sia da noi che dalla maggioranza, non c’è nulla sulla definizione del contenzioso che riguarda i porti turistici, che rischiano di andare a fondo senza un intervento definitivo causando conseguenze gravi sulla nostra nautica da diporto.  Allo stesso modo, si lasciano fuori dalla previsione di allungamento delle concessioni, altre importanti attività economiche e industriali come i cantieri e le officine navali, una tradizione della marineria italiana, che in buona parte insistono su terreni demaniali e che a breve si vedrebbero espropriati della loro azienda”. “Sembrano elementi di dettaglio ma da questi dipende il futuro di migliaia di aziende e di lavoratori e a questi il governo deve dare risposte urgenti. Ci sono ancora poche ore, ma ci auguriamo che siano sufficienti per intervenire. Diversamente -conclude- Fratelli d’Italia si farà carico di riportare in Parlamento queste battaglie e di incalzare il governo anche su questo”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giovanni vuolo 21 Dicembre 2018

    Giri di vite sulle attività produttive e sui pensionati che hanno lavorato una vita, per dare via libera a misure assistenziali che prosciugheranno le Casse dell”INPS. Egregio Salvini, ritiene che sia questo il mandato conferitole dal suo elettorato? Ormai su fa fatica a distinguere la linea di separazione tra Lega e 5S.

  • Carlo Cervini 21 Dicembre 2018

    Tieni duro sul punto Giorgia, a Gennaio questa manovra farlocca cadrà travolta dai mercati e dai BTP. E’ un disastro per i risparmi delle famiglie solo in Borsa si è passati dal + 13% di Maggio al – 24% attuale e con tutti i settori del risparmio collegato si sono bruciati altre 200/220 miliardi di euro (7/8 manovre)…………….ma tantè questi stalinisti d’accanto possono fare anche di peggio.

  • Sandy Caine 21 Dicembre 2018

    Lega = grillini = Talebani! Inch Allah!

  • MICHELE RICCIARDI 20 Dicembre 2018

    20 Dicembre 2018 — Sempre e solo deduzioni e constatazioni! Come facevo anch io… Mai nessuno che vada oltre… cioè ai perchè e ai come… Siamo tutti all ammasso SIAMO! Meno male che si dice che: chi è causa del suo male pianga se stesso. E Perchè non vogliamo ascoltare il grande Gaetano Salvemini (1873 – 1957), che diceva: “beato quel paese i cui cittadini si riuniscono per riparare la fontana sotto casa”. E si vede da come usiamo i social e i commendi sui giornali… Saluti da l’ultimo della classe, perchè volgiamo essere tutti i primi.

  • Sostienici

    In evidenza

    News dalla politica

    Array ( [0] => ppm-bundle )
    Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )