“Rimani in Messico”. Trump prepara la legge per bloccare i migranti

giovedì 22 novembre 15:46 - di Laura Ferrari

È stata chiamata “Remain in Mexico” (“Rimani in Messico”) la misura a cui sta lavorando l’amministrazione Trump per costringere i richiedenti asilo che si presentano ai posti di confine Usa ad aspettare in Messico che la loro richiesta di asilo venga esaminata. È quanto rivela il Washington Post, che ha ottenuto i documenti del dipartimento di Sicurezza Interna in cui viene illustrato il piano che potrebbe entrare in vigore già domani. E che prevede che i migranti che non possono provare “il ragionevole timore” di persecuzioni in Messico una volta presentata la domanda al confine verranno respinti e rimandati indietro.

Il piano di Trump per fermare l’esodo messicano

Dopo che Trump ha dovuto incassare la decisione del giudice federale che ha bloccato la misura con cui si voleva impedire ai migranti entrati illegalmente di chiedere asilo, ora l’amministrazione pensa di bloccare le attuali procedure che permettono ai richiedenti asilo che possono provare il rischio di persecuzioni in patria di evitare la deportazione e di aspettare negli Stati Uniti la decisione di un tribunale per l’immigrazione. Tra le migliaia di migranti dei Paesi dell’America Centrale arrivati o in viaggio verso il Messico con la famosa “carovana”, molti sperano di poter chiedere asilo denunciando le persecuzioni e le minacce da parte delle gang nei loro Paesi. Ma le nuove regole di Trump impedirebbero loro di di entrare negli Stati Uniti.

Il confine del Messico è una polveriera

I servizi di immigrazione americani si stanno già preparando all’applicazione delle nuove regole, con l’invio di squadre di funzionari degli uffici di San Francisco, Los Angeles ed anche Washington alle stazioni di confine di San Diego. «Se non è appurato che esiste un ragionevole rischio se rimani in Messico, rimarrai in Messico», recitano le nuove linee guida. In questi giorni, nella città messicana di Tijuana, si sono già avute proteste violente contro i 6mila migranti che si affollano al confine, che le autorità americane che al momento stanno permettendo solo a 60, massimo 100, richiedenti asilo al giorno di entrare nella stazione di confine di San Ysidro.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • angelo manera 23 novembre 2018

    Questi migranti vanno fermati con ogni mezzo, anche con le armi se necessario. NON HANNO ALCUN DIRITTO DI ENTRARE NEGLI USA. Trump non ti commuovere e sii duro. Siamo con te

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica