Minacce e insulti contro il senatore che ha riportato il Crocifisso in classe

domenica 25 novembre 12:10 - di Renato Fratello

Rappresaglia social contro il senatore leghista William De Vecchis.  Come riporta il Giornale la pagina Facebook del senatore è stata inondata di insulti e minacce dopo le iniziative sul Crocifisso a scuola. «Ci si dovrebbe sdraiare lui sulla croce, ce lo vedrei bene», è uno dei tanti commenti apparsi sulla pagina Facebook del senatore leghista.

Il senatore nei giorni scorsi aveva denunciato la sparizione del Crocifisso da alcune aule di una scuola primaria di Fiumicino. La preside aveva smentito. Secondo la dirigente scolastica,  si legge ancora sul Giornale, infatti, non si sarebbe verificata nessuna rimozione ma, più semplicemente, i Crocifissi in dotazione alla scuola non erano sufficienti per tutte le classi. Il senatore del Carroccio quindi aveva riportato in aula i Crocifissi mancanti acquistandoli di tasca propria. A quel punto il web si è scatenato.

Non solo “offese generiche”, ha spiegato il senatore a Il Giornale.it, perché c’è anche chi scrive che lo vorrebbe vedere “sdraiato sulla croce” e chi reclama “qualche chiodo in più per De Vecchis”. «Che il mio gesto avrebbe diviso gli utenti – ha proseguito De Vecchis – me lo aspettavo ed ero pronto alle critiche e al confronto anche acceso, ma mai mi sarei immaginato che qualcuno arrivasse ad augurarmi il martirio». Nonostante questo, però, ha chiarito di non voler«denunciare nessuno». Si tratta solo di «pagliacciate di pessimo gusto che sono l’ennesima dimostrazione di quanto sia basso il livello di certi interlocutori». Il senatore ha quindi annunciato di estendere il suo intervento «a tutte le scuole di tutto il Comune di Fiumicino».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Attila 26 novembre 2018

    Sono gnostico, ai confini con l’ateismo, a scuola avrei preferito l’ora delle religioni e non l’ora della religione cattolica…ho una gran pena per quelli che ci danno di “infedeli”, perché loro sono
    IN_BECILLI !!!…. come ogni idiota che crede di essere, solo lui, nel giusto!

  • Mauro 26 novembre 2018

    Complimenti al senatore che non solo ha acquistatomi crocefissi ma lo ha fatto anche con le sue tasche; Purtroppo ci sono molti deficienti kamikaze italiani che preferirebbero il corano e la morte visto che è un infedele. Il crocifisso non ha mai ucciso nessuno, è simbolo di pace per cui deve rimanere dove sta e colui che lo sta dicendo è quasi ateo.

  • GIUSEPPE LIBORIO 26 novembre 2018

    Senatore, gli italiani intelligenti si stringono intorno a lei per il meraviglioso gesto che ha compiuto. Lasci blaterare gli idioti e come dice Vittorio Sgarbi: capre, capre, capre!

  • Enzo Pardini 26 novembre 2018

    Vorrei a quei pezzi di m…. che sono contrari, andassero loro a mettere il crocifisso nei loro paesi per vedere se gli è permesso…. purtroppo il problema che c’è nel nostro paese è il risultato di decenni di mancanza di una politica seria che ogni colore politico si è badato bene di esercitare e queste sono le conseguenze…che tutti possono e si sentono in diritto di dire tutte le c****** che vogliono! ( compreso e in particolare gli stranieri)

  • rino 26 novembre 2018

    Squallidi figuri di sinistra che, per odio contro la religione, stanno consegnando il paese ai musulmani. Sarebbe ora di fermarli prima che il danno che hanno procurato iventi irreparabile.

  • Ros. 26 novembre 2018

    Bisogna scoprire chi ha fatto le minacce e spedirlo in carcere in siberia

  • GIORGIO 26 novembre 2018

    Non credevo che ci fossero tanti imbecilli tra coloro che hanno insultato il senatore De Vecchis. Ma quello che più mi preoccupa è che molti sono italiani desiderosi di essere sottomessi dall’islam-

  • walter 26 novembre 2018

    Complimenti al senatore che difende a spada tratta la nostra cultura. Questa dovrebbe essere l’Italia. Grazie

  • Agostino 26 novembre 2018

    Bravo senatore De Vecchis, noi siamo cristiani e a quelli ai quali il Crocifisso non piace non lo guardino o, se seguaci di maometto che si levino dai cogxxxxx

  • Massimo Steffanoni 26 novembre 2018

    Tutta la mia solidarietà al senatore William De Vecchis, che nessuno osi più toccare il crocefisso.

  • paolo 26 novembre 2018

    La nostra cultura è cattolica e questo non vuol dire essere dei buoni cristiani, ci sono voluti centinaia di anni per costruirla, adesso arrivano dei figli di papà ignoranti e cafoni che vogliono riportarci nel medioevo

  • Lisetta Serra 26 novembre 2018

    Trovo assurdo che queste persone, non amino i nostri valori e comunque anche se fi un’altra religione non riescano ad accettare la nostra.non so se sono italiani o stranieri ma non sono una risorsa ma un danno per l’Italia

  • Sandy Caineo 26 novembre 2018

    Sono ateo, ma se vado in ospedale e nella stanza non c’è la Croce ce la faccio mettere e lo fanno al volo perchè minacciò di chiamare i CC e di denunciarli!

  • Giuseppe Forconi 26 novembre 2018

    Ecco quello che manca all’Italia, la legge con i suoi giudici. Purtroppo questa pessima gioventu’ che si fa grande inneggiando a delle battute a dir poco vomitevoli ma e’ l’unico modo per sentirsi virili. Il crocefisso , piaccia o non piaccia, rimane li dove e’ sempre stato, se da fastidio a qualche pezzente, basta che non lo guardi e il problema e’ risolto. Anche io quando passo davanti a delle cellule di comunisti come a Ponte Lungo…. non guardo e tiro dritto, tanto gia’ so’ che e’ piena di mer….a. !!!!

  • Giacinto Testi 25 novembre 2018

    La nostra religione e le nostre tradizioni vanno mantenute con forza. Se non ci riusciremo, cosa possibile con tutti i deficienti (italiani) in giro, siamo finiti.

  • Caesar 25 novembre 2018

    Insulti vergognosi al senatore, forse che questa gente vuole il corano in aula

  • Angela 25 novembre 2018

    Alcuni Italiani (quelli che hanno criticato il rinserimento del crocifisso in aula)dovrebbe vergognarsi e guardandosi allo specchio anche schifarsi!!! Evidentemente a questa gente piacerà in futuro essere sottomessi ad altre religioni quali l’Islam…Mi fanno schifo coloro che odiano i politici che difendono i nostri valori e le nostre tradizioni!!!

  • Andrea 25 novembre 2018

    sapete qual’è la sciagura ? che quei commenti sono probabilmente quasi tutti di italiani, e anche abbastanza giovani credo. Proprio loro che pagheranno molto piu caro di noi l’invasione islamica. Tra una decina d’anni forse io non ci sarò piu a vedere come li schiacceranno !! ma se la saranno proprio cercata si idioti !

    • Caesar 25 novembre 2018

      già di questo passo tra qualche decennio l’europa sarà completamente islamizzata

  • paleolibertario 25 novembre 2018

    Come cristiani dobbiamo avere coraggio, il cristiano non può piegarsi alle logiche del mondo, Gesù fu ucciso dai suoi contemporanei. Avanti così, senza tentennamenti, bene De Vecchis. E anche chi non è cattolico dovrebbe considerare preziose le nostre tradizioni e la nostra cultura, non vedo che male ci sia ad esporre un crocifisso quando ci vengono propinati continuamente simboli della più varia natura. La verità è che alcuni italiani odiano gli italiani e la loro stessa cultura: un mix di masochismo e di rancore indirizzato male.

  • paradossi 25 novembre 2018

    ITALIANI / CRISTIANI : quelli che non vogliono perdere l’identita’ e se ne stanno dritti in piedi .
    ITALIOTI : quelli che l’hanno gia’ venduta , che la stanno svendendo a rate e girano a 90 gradi .
    m******ani : quelli che vogliono e pretendono l’italianita’ solo perche’ c***no qua’ .

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica