California, l’incendio si estende, aumentano le vittime: ora sono 25

domenica 11 novembre 9:57 - di Paolo Lami

Si estende e aumenta di intensità il peggior incendio della storia della California, il cosiddetto Camp Fire. E, quel che peggio, aumenta anche il numero delle vittime – ora sono 25 i morti – sorprese dalle fiamme per l’incredibile velocità con cui si propagano.

Il Dipartimento dei vigili del Fuoco della Contea di Butte parla di dieci corpi trovati nella città del Paradiso, altri quattro sono stati scoperti nell’area di Concow.

Da giovedì scorso, quando le fiamme sono partite e hanno iniziato s divorare il territorio della California, Camp Fire ha già devastato 105mila acri di terra, distrutto più di 6.450 abitazioni e vede impegnati oltre 4mila vigili del fuoco.

I funzionari delle locali istituzioni hanno riferito che sono state evacuate più di 250mila persone nell’area della California dove ricade anche Malibù, la località marina nota per essere abitata da personaggi celebri con le sue bellissime ville costruite sulla spiaggia.

Il vento, che sabato si era placato, secondo le previsioni oggi dovrebbe riprendere a soffiare addirittura molto più forte.

Le vittime sono state trovate per lo più all’interno delle loro auto o appena fuori dei veicoli e delle case.

Il quotidiano statunitense The Herald-News sostiene che la siccità, il clima più mite attribuito ai cambiamenti climatici e la costruzione di abitazioni più vicine alle zone boschive hanno portato gli incendi a essere più distruttivi, diventando più vasti e durando più a lungo.

La California, in effetti, si è lasciata alle spalle solo lo scorso anno una siccità quinquennale ma, poi, ha vissuto un anno molto secco nel 2018, e gran parte dei due terzi settentrionali dello Stato, inclusa l’area dove è divampato il gigantesco incendio, è risultata secca in modo anomalo, secondo un’analisi condotta dal governo degli Stati Uniti.

Donald Trump, che in un tweet, ieri, aveva parlato di “distruzione catastrofica”, oggi, di fronte all’aumento del numero delle vittime e alla velocità con cui le fiamme si stanno propagando torna ad esortare gli americani a prestare attenzione agli allarmi: “gli incendi della California si stanno espandendo molto, molto rapidamente (in alcuni casi alla velocità di 80-100 acri al minuto) – scrive il presidente statunitense su Twitter – Se le persone non evacuano velocemente, rischiano di essere sopraffatte dal fuoco. Bisogna ascoltare gli ordini di evacuazione dati dai funzionari statali e locali!”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica