A Gentiloni (e Renzi) il record dei permessi d’asilo concessi ai migranti

mercoledì 14 novembre 12:27 - di Roberto Mariotti

Mai così tanti permessi umanitari e permessi d’asilo concessi ai migranti. È questo il dato rilevato dall’Istat nell’ultimo report sui cittadini non Ue in Italia, che spiega come nel 2017 i nuovi permessi concessi ammontano a 262.770, il 16% in più rispetto al 2016, con quelli concessi per motivi di asilo e protezione umanitaria che toccano un nuovo record storico a oltre 101mila nuovi rilasci lo scorso anno (il 38,5% del totale dei nuovi permessi). La richiesta di asilo e protezione internazionale è per gli uomini la prima motivazione di ingresso (54,3%). I principali paesi di cittadinanza delle persone in cerca di asilo e protezione internazionale sono Nigeria, Pakistan e Bangladesh; insieme, questi tre paesi coprono più del 41% dei flussi in ingresso per questa motivazione mentre i paesi con gli incrementi più rilevanti nell’anno sono il Bangladesh (+96,3%), la Guinea (+66,0%) e la Costa d’Avorio (+40,8%). Sono diminuiti, invece, gli ingressi per richiesta di protezione dei cittadini pakistani (-16,2%).

Al 1° gennaio 2018, rileva ancora l’Istat, sono 3.714.934 i cittadini non comunitari regolarmente presenti in Italia, valore sostanzialmente stabile rispetto all’anno precedente. I paesi più rappresentati sono Marocco (443.147), Albania (430.340), Cina (309.110), Ucraina (235.245) e Filippine (161.609). Per le prime tre collettività prosegue, tra il 2016 e il 2017, la diminuzione già osservata nel biennio precedente. La flessione più rilevante interessa quelle di più antico insediamento, provenienti da paesi come il Marocco (-11.670 permessi) e l’Albania (-11.498). Inoltre, al 1° gennaio scorso, le famiglie con almeno un cittadino non comunitario (con permesso di soggiorno valido) sono circa 1 milione e 300mila. Le famiglie con intestatari del foglio di famiglia non comunitari sono più frequentemente unipersonali al Centro-Sud, mentre al Nord prevalgono le coppie con figli (32,3%). Nel 2017 le acquisizioni di cittadinanza italiana, dopo oltre un decennio di aumento, diminuiscono del 26,4% rispetto all’anno precedente, scendendo a 135.814 (erano quasi 185mila nel 2016). La diminuzione ha interessato le acquisizioni per residenza (-28mila) e per trasmissione dai genitori (-25mila). Crescono, invece, in termini assoluti e relativi, le acquisizioni per matrimonio (+4mila e +6,1%). Aumentano anche le acquisizioni per ius sanguinis per discendenza da avi italiani. La maggior parte delle acquisizioni di cittadinanza riguarda albanesi (27.112) e marocchini (22.645). Tra il 2013 e il 2017, quasi 636mila cittadini non comunitari hanno acquisito la cittadinanza; di questi, circa l’88% risulta ancora residente nel nostro Paese al primo gennaio 2018.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Pietro 15 novembre 2018

    Però sotto sotto un dubbio mi viene, non é che per caso il tutto discende dal desiderio degli industriali di avere mano d’opera sempre più a buon mercato? E forse anche dei latifondisti che hanno bisogno di lavoro in nero?

  • Lalla 15 novembre 2018

    E farli ospitare e mantenere da gentiloni nel suo palazzo nobiliare di famiglia?

  • Angela. 15 novembre 2018

    Su,da bravi,ringraziamo tutti insieme Renzi e Gentiloni per questo bellissimo regalo che hanno fatto all’Italia (riempiendola di immigrati sfaticati mantenuti da tutti noi che paghiamo le tasse e che abbiamo solo doveri e niente diritti) ringraziamo anche la UE e naturalmente anche la Chiesa…Grazie a tutti per averci rovinato l’esistenza!!!

  • Carlo Cervini 15 novembre 2018

    Hanno alimentato l’industria dell’accoglienza, così nell’era buonista si creano posti di lavoro, non nelle fabbriche o dove si produce dei beni vendibili, ma dove si creano solo stipendi a sbafo a carico di pantalone. se l’immigrazione sparisse ormai ci troveremmo con 3/400.000 disoccupati in più………..come i 600.000 delle coop delle pulizie nelle scuole a causa del cambio di status dei bidelli; della serie compri uno e paghi due !

  • Giuseppe Forconi 15 novembre 2018

    A renzi, tu con il tuo tirapiedi di gentiloni e appoggiati da quella cornacchia della boldri avete fatto entrare in Italia quasi 4.000.000 di esseri umani, non tenendo conto se necessitati o meno ma questo e’ un’altro discorso da verificare con piu’ attenzione. Ad occhio e croce, di questi 4.000.000, i veri rifugiati saranno si e no un 120.000 totale tra maschi femmine e figli vari. Quindi i restanti 3.880.000 sono quelli che ora la fanno da padrone in Italia, terrorizzando, menando, rubando, rovinando famiglie, uccidendo, rovinando sessualmente le giovanio donne , ecc, ecc…… come la mettiamo caro renzi, gentiloni, boldri, vaticano, ong, buonisti da strapazzo ?????????????

    • bruno 15 novembre 2018

      Buonisti da strapazzo un c…o sono solo dei veri delinquenti

  • Giuseppe Tolu 15 novembre 2018

    Non potevano fare altrimenti per gli 80€

  • 14 novembre 2018

    I due buonisti uomini di Soros

    • franco prestifilippo 15 novembre 2018

      Infatti !!! Come mai il sig. fu ricevuto in pompa magna, ovviamente in Italia, dal “marchese del grillo” quand’era presidente del Consiglio?

    Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica