Bignami (FI) eroe del web per il suo discorso su Agenzia delle entrate e fattura elettronica (video)

mercoledì 24 ottobre 14:59 - di Redazione

Intervento virale sui social del deputato Galeazzo Bignami (Forza Italia) contro la fattura elettronica che entrerà in vigore obbligatoriamente dal 1 gennaio 2019: “Voi non avete mai emesso una fattura – ha detto Bignami parlando alla commissione Finanze della Camera –  L’artigiano non ha tempo di scaricare la app o di guardare il sito internet, perché vive di quello che produce. Voi la dovete smettere di parlare di semplificazione generando più burocrazia”. In tanti hanno condiviso il video di Galeazzo Bignami, tra cui Rita Dalla Chiesa che ha commentato: “Un mito!!!! Finalmente qualcuno che parla chiaro. Non so chi sia ma e’ di gente come lui che avremmo bisogno per contrastare l’arroganza dell’Agenzia delle Entrate”. Inoltre Bignami fa notare come questa sia l’ennesima iniziativa volta a rafforzare i controlli su chi già produce, fattura e dichiara mentre l’economia sommersa tale rimarrebbe.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Alberto 26 ottobre 2018

    Finalmente una voce fuori dal coro (composto da Agenzia delle Entrate, Politici incompetenti e Sindacati di categoria complici e lobby dell’informatica), che mette il dito sulla piaga di quello che è solo l’ultimo dei provvedimenti che in questi anni hanno ostacolato l’operatività delle piccole e medie aziende in nome di un totem quale la lotta all’evasione. “E’ dove l’acqua è torbida che si nascondono meglio i pesci grossi”, mi diceva un sapiente pescatore! Così mentre tutti gli operatori, dai controllori ai controllati sono intenti a controllare le minuzie, i grossi pesci scappano. Non si capisce poi perchè quando nelle audizioni parlamentari si contrappongono frontalmente Agenzia delle Entrate ed esperti del problema i primi hanno sempre la meglio.

  • Gianni 26 ottobre 2018

    Il ragionamento è logico, ma è sbagliato il bersaglio: l’AE è un mero strumento esecutivo di una norma introdotta da un precedente governo…

  • Attila 25 ottobre 2018

    Mi auguro che questo sturi gli orecchi pieni di colpevole cerume di quegli pseudo sordi dell’agenzia delle entrate che aiutano solo gli amici a barcamenarsi trà i loro imbrogli ! Bravissimo GALEAZZO BIGNAMI !!! Un forte abbraccio da Fabiola!

  • Emilio Respighi 25 ottobre 2018

    Finalmente uno che la dice giusta sulle vergognose complicazioni di fatto e temporali della burocrazia italiana. Leggete Luigi Einaudi che già negli anni ’50, a proposito di ciò, scriveva (riporto con mie parole il concetto): e aggiunge e conclude . Ho alcuni amici che ogni tanto mi raccontano loro esperienze; cioé a cosa va incontro – di pratiche, controlli, tempi persi inutilmente -chiunque voglia organizzare un’attività d’impresa o anche solo progettare un suo cambiamento. C’é davvero da meravigliarsi che esista ancora in qualcuno la forza fisica, mentale e umorale che riesca a resistere a cotanti impedimenti e contrasti. Comprensibilissimo che uno, ad un certo punto, pensi di andarsene.

  • Mlgp 25 ottobre 2018

    Speriamo che qualcuno lo ascolti !!!

  • Valeria 25 ottobre 2018

    oltre al fatto che questa non è semplificazione burocratica, ma esattamente il contrario, aggiungerei che è un ulteriore costo per le piccole imprese e che non ha certamente alcun ritorno economico.
    Inoltre chi faceva nero prima, continuerà a farlo!

  • Brigante nero 25 ottobre 2018

    Se non si smette coi gabbellieri ci mandano a picco.

  • antonio 25 ottobre 2018

    la continua ottusità che ci accompagna essendo al posto sbagliato nel momento sbagliato assume gente che non capisce e pecca doi presunzione , troppa gente non conosce il computer vige troppa ignoranza a partire da chi la impone .

  • LUIGI FORTUNATO 25 ottobre 2018

    Onorevole,lei è un grande perché si vede che è persona perbene e ha sempre lavorato.Grazie

  • vincenzo 25 ottobre 2018

    BRAVO BIGNAMI..BRAVA RITA DALLA CHIESA… E BRAVI A CHIUNQUE CERCHI DI CONTRASTARE IL GALOPPARE DI UNA BUROCRAZIA INUTILE E CONTROPRODUCENTE..
    CHISSA’ PERCHE’ ALTRI ESPONENTI POLITICI O ASSOCIAZIONI,NON AVVERTANO IL BISOGNO DI CRITICARE E CONTESTARE TALI PROVVEDIMENTI…VE LO DICO IO: PER UNA RAGIONE DI VIGLIACCHERIA ED IPOCRISIA CHE LA SINISTRA,VUOLE ANCORA UNA VOLTA METTERE IN ATTO,PER INDURRE IN ERRORE E SCORAGGIARE,FACENDOLI PAGARE DUE O TRE VOLTE IL DOVUTO AL FISCO ITALIANO,FACENDO CREDERE ALL’OPINIONE PUBBLICA CHE I VERI EVASORI SIANO,proprio chi onestamente lavora e paga le tasse,mentre questi bastardi dell’Agenzia delle Entrate e delle Finanze,se ne stanno a guardare(perché non hanno il coraggio) di andare a scovare e colpire i grandi evasori.Questi veri BASTARDI,in presenza di un Credito di Imposta regolarmente accertato,dopo che ne è stato chiesto il rimborso,hanno pure il coraggio di portarlo alle calende greche e talune volte,prendere pretesti del tutto formali ma non fondati, per evitare di restituirli… HO DETTO TUTTO… E’ ORA DI COLPIRE DURAMENTE IL SISTEMA FISCALE ITALIANO,CON OGNI MEZZO,PERCHE’ IL POPOLO NON NE PUO’ VERAMENTE PIU’!!! E’ UNA VERA GUERRA DITTATORIALE POSTA IN ESSERE VERSO I PROPRI CITTADINI(compreso ex Equitalia),A CUI PRIMA O POI,VA MESSO FINE…perché non è più sopportabile fatti come VESSAZIONI,NON RISPETTO DELLA PRIVACY,DANNI MORALI E PSICOLOGICI,DEMORALIZZAZIONI E QUANT’ALTRO,TUTTI INFLITTI DA ACCERTAMENTI ILLEGALI,quali redditometro,etc,etc. RIFLETTETE GENTE…NON POSSIAMO ANCORA RIMANERE A GUARDARE PERCHE’ NON GLIE LO DOBBIAMO PERMETTERE PIU’… ORA BASTA….

    • vincenzo 25 ottobre 2018

      ANZI… LE CONSEGUENZE CATASTROFICHE DEL NOSTRO SISTEMA FISCALE,RITENUTO INIQUO, SOPRATTUTTO BASTARDO OLTRE CHE DITTATORIALE, HA PORTATO MOLTE PERSONE ALL’ESTREMO GESTO…. e di questo,chiedo scusa a tutte le famiglie di persone che sono rimaste vittime di tale gesto,poichè era primordiale doverlo citare nel commento di prima,in ordine alle conseguenze prodotte da un fisco,ritenute SCHIFOSE, DI STAMPO MONARCHICO-DITTATORIALE OLTRE CHE ABERRANTE.
      NON SI DOVRA’ PERMETTERE,NELLA MANIERA PIU’ ASSOLUTA,CHE D’ORA IN AVANTI,QUALCUNO ARRIVI A COMPIERE SIMILI GESTI, PER COLPA DI UN SISTEMA FISCALE…. Gente Svegliatevi… e’ ora di passare all’Azione.

  • ADRIANO AGOSTINI 25 ottobre 2018

    Ha ragione da morire e ha zittito anche la direttrice dell’Agenzia delle Entrate. Bravo!

    • G.B.Rossi 26 ottobre 2018

      Gli addetti all’Agenzia delle Entrate non sono altro che il braccio armato dei burocrati del Ministero delle Finanze, quindi è inutile o quasi protestare in quegli uffici, occorre una forte protesta in parlamento/senato a Roma. Aggiungo che in Europa es. in Germania ed Austria non sanno cosa sia la fattura elettronica ergo come facciamo ad essere concorrenti in Europa? Con questi dei costi aggiunti ? Idem per diverse norme europee che siamo specialisti ad “incasinare” all’italiana.
      G.B.R.

  • Claudio 25 ottobre 2018

    D’accordo sulla fattura elettronica, adempimento che grava non poco sui piccoli/micro imprenditori, ma io porrei la domanda a vecchi e nuovi governanti su come si è arrivati a far sì che Equitalia ora Agenzia Entrate Riscossione abbia in carico oltre 1.200.000.000.000 (milleduecento miliardi) di euro di crediti, prevalentemente riferiti a contributi previdenziali e tributi erariali, da riscuotere pari ad oltre il 60% del debito pubblico? Inps, Agenzia Entrate e corrispondenti dicasteri dove sono/erano mentre tali crediti si accumulavano? Un qualsiasi imprenditore sarebbe fallito da tempo non credete? Meditate!!!

  • Lisetta Serra 25 ottobre 2018

    Bravo ? questi burocrati dovrebbero lavorare una settimana al mese dentro un negozio o una piccola azienda tanto per capire le problematiche invece stanno seduti su una sedia a fare poco e niente senza cognizione di causa

  • tommaso 24 ottobre 2018

    noi poveri padroni oppressi dobbiamo ribellarci a tutte le s****** burocratiche per tornare a fare grande la PATRIA.

  • Laura Prosperini 24 ottobre 2018

    artigiani e piccoli imprnditori sono come noi normali
    i veri delinquenti sono i grandi imprenditori che esportano milioni e milioni all’estero, in Svizzera o nei paradisi fiscali e quelli, certo, la fattura elettronica nemmeno li sfiora!!!!
    (perchè non lavorano, generalmente ma speculano nelle varie borse etc.etc.
    non sono molto graditi questi,
    gli artigiani, si, sono molto ma molto bravi e sono il,nostro vanto,

  • In evidenza

    contatore di accessi