Bce, Draghi allinea l’Italia alla Brexit: «Sono tra le incertezze dell’eurozona»

giovedì 25 ottobre 15:47 - di Valerio Falerni

«Davanti ad ogni evenienza, il Consiglio direttivo della Bce è pronto ad adattare i propri strumenti per assicurare che l’inflazione continui a muoversi verso l’obiettivo». A parlare è il presidente della Bce Mario Draghi nella conferenza stampa al termine della riunione dell’Eurotower.   Parole che servono a tranquillizzare i mercati resi particolarmente nervosi per la guerra commerciale a colpi di dazi, per le incertezze legate alla trattativa sulla Brexit e per le polemiche in seno alla Ue scatenate dalla manovra economica dell’Italia. È proprio Draghi ad accostare le tre questioni: «Come la Brexit e la guerra commerciale, anche l’Italia – dice infatti il numero uno della Bce – è fra le incertezze dello scenario economico dell’Eurozona».

Ma è ottimista sulla manovra: «L’intesa con l’Ue ci sarà»

Sul nostro Paese, tuttavia, Draghi si dice «fiducioso» che «alla fine si troverà un accordo» tra Roma e Bruxelles. Tanto più ora che l’areo euro «regista un certo rallentamento dello slancio» che però, precisa Draghi,« non una inversione di rotta». Un rallentamento che risente soprattutto della «situazione specifica dei singoli paesi». Il presidente della Bce cita ad esempio le difficoltà dell’industria automobilistica tedesca. «Non è semplice distinguere fattori transitori da fattori permanenti», ha ammesso, sottolineando tuttavia come i dati e i segnali «non ci bastano per cambiare scenario di base». A preoccupare, tuttavia, non è tanto il rallentamento della crescita quanto la conferma, arrivata direttamente da Draghi, che il bazooka, cioè il Quantitative easing, l’acquisto dei titoli del debito sovrano da parte della Bce per scoraggiare la speculazione sull’euro, ha i mesi contati.

Il “bazooka” di Draghi attivo fino a dicembre

Il  Qe, infatti, proseguirà fino a dicembre al ritmo di 15 miliardi al mese. I tassi, invece, resteranno invariati fino all’estate del 2019.  «La verifica incrociata degli esiti dell’analisi economica con le indicazioni derivanti dall’analisi monetaria – ha spiegato in proposito Draghi – ha infatti ha confermato che un ampio grado di accomodamento monetario è ancora necessario affinché l’inflazione continui stabilmente a convergere su livelli inferiori ma prossimi al 2 per cento nel medio termine». L’altro pilastro della “cura Draghi” per l’Eurozona è l’inflazione. Per la Bce deve stare intorno al 2 per cento. A settembre è aumentata di un decimale rispetto ad agosto portandosi al 2,1. «È probabile – ha concluso Draghi – che l’inflazione complessiva si collochi intorno al livello attuale nella parte restante dell’anno».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • franz 26 ottobre 2018

    Ma Draghi si ricorda di essere italiano o se ne vergogna? Tutti i suoi colleghi stranieri sono fedeli alla loro Patria e ne fanno gli interessi .È lui come Monti uno che si vergogna delle sue origini e fa l’inchino ai potente stranieri? Bisogna essere fieri di essere Italiani come lo sono gli altri del loro Paese .

  • gio 26 ottobre 2018

    fuori dall’europa. Subito. Le prossime elezioni europee saranno l’inizio della fine per questi parassiti burocrati speculatori europei.

  • Pino1° 26 ottobre 2018

    Questo intervento del presidente della BCE, di Draghi, lascia di stucco! Sta uscendo dal sistema predisponendo con questo ‘taglio’ di intervento le condizioni per consentire all’EU di ricorrere alla ‘Troika’ come fecero con la Grecia. La rabbiosa ostilità espressa costantemente da Moscovici, Da Junker & Co. coniugato all’assordante silenzio del Mattarella che non pronuncia una sola parola di positività al mondo ma solo messe in guardia contro il governo, fanno presagire il peggio. L’unica tirata di briglie all’Europa la fa Savona tanto per chiarire chi ha le idee chiare ! Se non spetta all’Europa intervenire sugli spread chi lo deve fare ? A questo punto, mi pare che dopo la vendita
    nel silenzio assoluto del governo di MagnetiMarelli si stia perdendo la capacità di capire ! Amen !

  • 25 ottobre 2018

    Fuori dal EURO ZONE, dichiarare Sovranità Italiana…rimpatriare clandestini criminali, dare asilo politico solamente a famiglie e bambini….resto indietro.

  • Pino1° 25 ottobre 2018

    Eeeeee Mattarella, Mattarella che dice Mattarella il Baluardo, il Garante deche? De un par de ciufoli,
    sono mesi che ci infamanoo macro’, moscoviti, l’imbriaco… Mattarello (quello da cucina) sulla schiena degli italiani, der popolo sovranooooo mavaff e eeeeeTajaniiiii ITAJANI…… che dice che dice Itajani, PRESINIENTE destìca….comee addirittura presiniente, anni in europa per missione €tascasua BERLUSCONIANA, sforzista , mi raccomandoooo non ti sforza’ tajà nun te dovesse venì ‘nernia da qualchepparte… ora non fai aria e? EEEE tutti l’altri? Ditejelo alle du’ zitelle, a cucciolo, che s’aritroveno er 2x 1000 come quarcunartro. SCHIFOSI, assieme all’avanzi di renzi, martina,er conte dalle braghe onte=gentilini tutti sanno solo difendere i loro soldi ma gli italiani creduloni che credevano in berlusconi l’hanno presi per i maroni !!! Bravi andrete al 2 alle europee ! Se non avessimo la Signora Onorevole ‘davvero’ Giorgia Meloni e quel guerriero di Matteo Salvini . saremmo a piangere ancora !!

  • In evidenza