Ancona, bambino ferito al volto dai pallini di un fucile da caccia: è grave

lunedì 29 ottobre 11:57 - di Redazione

Un bambino di 9 anni è ricoverato in Rianimazione Pediatrica all’ospedale Salesi di Ancona in prognosi riservata per ferite al collo e al volto provocate da piombini di un proiettile da caccia. Lo rivela l’edizione on line del Corriere Adriatico. “Il piccolo – si legge sul quotidiano – è stato portato dal papà all’ospedale Salesi” ieri. Il bambino ha superato la nottata e le sue condizioni, questa mattina, sono stabli.  Il paziente di 9 anni, nato ad Osimo e residente in Osimo – si legge nel bollettino firmato dal direttore della Sod Rianimazione Pediatrica dell’ospedale Salesi, Fabio Santelli – attualmente ricoverato in Rianimazione Pediatrica del Salesi presenta allo stato odierno un quadro clinico generale stabile, per l’aspetto respiratorio e cardiocircolatorio. E’ stato leggermente sedato per la sintomatologia dolorosa”.

Del caso si stanno occupando i carabinieri della compagnia di Osimo, che dalle prime indagini ritengono che si sia trattato di un incidente. Secondo quanto emerso finora, il bimbo sarebbe stato raggiunto da alcuni piccoli pallini da caccia sparati per errore contro un blocco di cemento, che sarebbero poi rimbalzati colpendo il piccolo. I pallini sarebbero partiti dal fucile di un collega di caccia del padre.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Pino1° 30 ottobre 2018

    L’ennesima occasione per la rossa di Berlusconi… oh le trova tutte, tutte lui ! Per aprire bocca e dire sciocchezze, tanto lo sappiamo che ha i neuroni con linee di comunicazione difficili.
    Che un papà che fa caccia, sia privato del suo diritto riconosciuto dallo stato perché la Brambilla non è in vacanza con tutta la animalesca famiglia farebbe un pochino in… inalberare !
    Quanti papa’ portano con loro a caccia i figli maschi o femmine che siano perché non c’è nessuna differenza? Tutte le donne trovate in pedana o in campagna con il sovrapposto mi hanno detto che era incominciata con il papa od il nonno ! Ebbene ? Cosa c’entra con il rischio potenziale collegato a tutte le attività umane, dal cadere in terra al vaso in testa al taglio mentre cucini e via dicendo ! Questa moda tutta comunistoide che se una cosa non piace ad una / uno scemo oppure ad una associazione di prepotenti che urlano o rompono le palline tutto il resto del mondo debba fare come vogliono loro, sta diventando quanto di più fascista ci sia da parte dei centri sociali che guardano gli altri senza guardare loro stessi, alè bandiere multicolori, via le armi, e i francesi ci fanno il mazzo, via il sesso tradizionale (ma se a te piace prenderlo mica tutti siamo contenti se vuoi che io mi metta prono..) via il nucleare, e siamo a piangere che le aziende vanno via perché fuori mercato per i costi energia !! NO questo, No quello, No Tav, No Tap, ma tappatevi le bocca e farete un favore al mondo civile, animalisti compresi ! Il prete Lucci che girava con la doppietta sotto il gonnellone, (quelli erano preti ) mi diceva che il buon dio aveva fatto gli animali anche per cibarsene, con parsimonia e rispetto, se avesse voluto, il buon dio, nulla vietava che potessero essere gli animali a sparare a noi…. ma poteva farlo e non l’ha fatto. Un motivo ci sarà stato… certi arrostini con pane, lardello, pezzettino di salsiccia fra uccelletto e uccelletto, oppure? alla signora non gli piacciono morti e li preferisce vivi, basta che cerchi li trova ! Chieda semmai alla Boldrini la consiglierà, Ma non rompa…. per favore.

  • In evidenza

    contatore di accessi