Napoli, spari a Forcella: ferita una donna affacciata al balcone di casa

martedì 4 settembre 10:16 - di Gabriele Alberti

Napoli violenta. Neanche la libertà di affacciarsi dal balcone di casa per Anna Celentano, anni 52, raggiunta da un colpo di arma da fuoco e rimasta gravemente ferita in Vicaria Vecchia, quartiere in provincia di Forcella. Il fatto è avvenuto intorno alle ore 23, quando la Polizia di Stato ha ricevuto la segnalazione dell’esplosione di colpi di arma da fuoco nella zona. La donna è stata ferita a una gamba ed è stata trasportata all’ospedale Loreto Mare, dove è stata ricoverata in osservazione ed è stata giudicata guaribile in 21 giorni. Agli agenti ha raccontato di aver notato due persone in strada a bordo di uno scooter che procedevano ad alta velocità esplodendo colpi di arma da fuoco in aria. Sul posto gli agenti hanno trovato quattro bossoli calibro 7×65. Si sarebbe trattato di una “stesa”, termine che indica un’azione armata compiuta con esplosione di colpi di pistola in aria per ribadire il predominio criminale su un territorio. la Polizia sta indagando su un dramma che poteva trasformarsi in tragedia.

In quella strada morì Annalisa Durante

Si tratta di una via tristemente nota: 14 anni fa quando su quella stessa strada, su Vicaria Vecchia, un commando massacrò la piccola Annalisa Durante, 14 anni, finita in mezzo ad un agguato nel quale ebbe, pare, la funzione di scudo. Lo stesso panico si è impadronito del cuore del centro storico, con il rombo delle armi della camorra che ha seminato il terrore. Le canne delle calibro 9 puntate verso il cielo, poi le esplosioni in successione. Quindi il ferimento della donna che in quel momento era affacciata al balcone di casa. Una mera questione di centimetri ha evitato che la traiettoria del colpo centrasse un organo vitale.

Le indagini

Sul posto sono intervenuti i poliziotti del Commissariato Vasto Vicaria e le Volanti dell’ufficio prevenzione generale oltre agli esperti della Scientifica ed è scattata una caccia all’uomo alla ricerca degli autori di questo ennesimo raid armato in città. «Al momento gli investigatori non escludono alcuna pista anche se sembrerebbe escluso che l’obiettivo della stesa fosse proprio la Celentano; in queste ore si scava comunque nel suo passato e si cerca di capire se la signora possa comunque essere stata presa di mira nell’ambito di una ipotetica vendetta trasversale. Quel che è certo è che quello di stanotte rappresenta solo l’ultimo e più grave episodio legato al fenomeno criminale delle stese. Il timore che presto o tardi uno di questi raid potesse sfociare nel sangue si è purtroppo trasformato in realtà», ricostruisce il Messaggero.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • PIERO 5 settembre 2018

    Che vuoi commentare; uno schifo!

  • In evidenza

    contatore di accessi