M5S in calo, Di Maio furioso con i media: troppa enfasi a quel sondaggio

sabato 8 settembre 14:31 - di Carmine Crocco

Non ci vuole proprio stare e se la prende con chi ha la sola colpa di fare il suo lavoro: pubblicare le notizie. Luigi Di Maio è furioso con i giornali che hanno riportato la notizia della strabiliante avanzata della Lega nei sondaggi e del contemporaneo calo del M5S. Se si votasse oggi, il partito di Salvini supererebbe di tre punti e mezzo il MoVimento di Giggino Di Maio. Cose che capitano nelle fasi calde della vita politica. Ma per Di Maio non se ne dovrebbe parlare. E il motivo di tanto fastidio è semplice: il vicepremier teme che il calo nei sondaggi possa dare ulteriore forza ai Di Battista ai Fico e a tutti quelli che gli fanno la fronda dentro il M5S.

E così Giggino prende spunto dall’undicesimo anniversario del primo Vaffa day per un attacco in piena regola ai media. “Stamattina – dice Di Maio su Facebook – volevo fare il punto di questi 11 anni… Oggi è l’8 settembre 2018… sono passati 11 anni dal primo Vaffa day... Con il quale è iniziato un percorso di cittadinanza attiva in Italia. Da quel giorno, che è stato il mio primo giorno nel movimento, è cambiato tutto nella nostra politica. Gli unici che non se ne sono accorti sono i media che ci continuano a trattare come 11 anni fa. Ci sottovalutano nei sondaggi… Basta scendiamo di un punto e tutti i giornali scrivono ‘M5S perde un punto’… Quando ottenevamo dei buoni risultati, diventavamo la sesta-settima notizia. Quando starnutiamo e non ci soffiamo il naso, diventiamo la prima notizia…”. Il vizio di attaccare la stampa quando le cose vanno male, i grillini di lotta e di governo, non lo perdono proprio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giovanni romini 9 settembre 2018

    Desidererei che questo messaggio arrivasse sia a SALVINI e a DI MAIO.A Salvini dovrebbe lasciare Forza Italia e tutta la sua banda,a DI MAIO il mio consiglio lasciare i SINISTROIDI che covano dentro al partito.Dovrebbero creare veramente unendosi il vero PARTITO DI DESTRA.Speriamo bene- giovanni romini

  • Rita Daina Andreetto 9 settembre 2018

    Giggino, aver passato più tempo a curare l’estetica che la preparazione non è stato intelligente la preparazione dei ministri leghisti è evidente e questo gli fa conquistare consensi. Voi siete dei dilettanti allo sbaraglio. Tanta buona volontà che di certo non basta. Ci vuole preparazione per governare un paese. Cosa che non avete in maniera adeguata

  • Aldo Barbaro 9 settembre 2018

    I 5 stelle stanno cominciando a raccogliere ciò che seminano.Tra qualche anno speriamo scompaiano definitivamente insieme a Forza Italia.Tanti auguri per Salvini!!

  • Angela 9 settembre 2018

    I 5* calano nei sondaggi , proprio perché hanno al loro interno Fico,Di Battista e tutti gli ex sinistri…Se di Maio non vuole perdere il suo elettorato deve liberarsi della frangia sinistra del movimento…altrimenti coleranno a picco come il PD.

  • Francesco Desalvo 9 settembre 2018

    Il buon Di Maio “stia sereno”: i suoi votanti diminuiranno indipendentemente dall’ascesa temporanea di Salvini, lui Di Maio è troppo evanescente e parolaio per durare a lungo. Quanto a Salvini, ha ancora meno voti di quanti ne aveva Berlusconi vent’anni fa, e sta iniziando ad avere i primi due processi rispetto ai 47 con cui Berlusconi è stato abbattuto. E visto l’errore con Berlusconi, gli hanno subito tolto i soldi con i quali Berlusconi si era difeso pagando le spese processuali e gli avvocati migliori.
    I giudici sono come i fili della corrente elettrica: chi li tocca muore. Fino a che tutti i partiti non capiranno che per poter fare politica sana dovranno coalizzarsi almeno una volta ed in breve tempo ripristinare in Costituzione gli articoli in difesa del Parlamento, separare la carriere, lasciare la carcerazione preventiva solo per i reati contro la persona , eccetera.
    E fare i Pm elettivi come in America. L’Italia potrà riprendere a crescere liberamente.

  • stefano fontana 9 settembre 2018

    Per la verità, se lasciano spazio a Fico e Di Battista caleranno ancora di molto.

  • Vini 8 settembre 2018

    Caro Luigi sono sorpreso del modo in cui il movimento si sta comportanto neanche la sostanza di un supporto deciso verso Salvini per i suoi problemi che intanto io penzo che a fatto molto ma molto piu di voi.
    Ho paura che non arrivate alla prossima legislatura se continuate di questo passo.

  • In evidenza

    contatore di accessi