Il centrodestra si ricompatta su Orban: Lega, FdI e FI votano contro le sanzioni

martedì 11 settembre 16:33 - di Eleonora Guerra

Anche Forza Italia e FdI, come la Lega, domani al Parlamento europeo, voteranno contro l’apertura di una procedura nei confronti dell’Ungheria, finita “sotto processo” per le sue politiche migratorie. Ad annunciarlo sono stati gli stessi vertici dei due partiti: una forte presa di posizione è giunta da parte di Giorgia Meloni, mentre gli azzurri hanno reso noti i contenuti di una telefonata di Silvio Berlusconi al premier ungherese Viktor Orban. La scelta di FdI e Forza Italia conferma il valore fortemente politico del voto di domani, promosso dall’europarlamentare olandese verde Judith Sargentini e giustificato con una presunta violazione dei valori fondanti dell’Ue da parte del governo di Budapest. Un valore che si riflette anche sugli equilibri interni italiani: in questo frangente, infatti, passando per l’aula di Strasburgo, si ricrea l’asse di centrodestra FdI-Forza Italia-Lega, contrari all’apertura della procedura, mentre il M5S ha annunciato che voterà a favore.

«Sanzionare l’Ungheria perché si rifiuta di essere invasa da immigrati clandestini è semplicemente follia. Siamo al fianco di Viktor Orban e del popolo ungherese. Non è Orban a tradire i valori fondanti della Ue, ma chi in Ue spalanca le porte all’immigrazione incontrollata, umilia i diritti dei popoli e nega la sovranità delle nazioni», ha detto Giorgia Meloni, mentre ambienti di Forza Italia hanno parlato di una «cordiale telefonata» tra Berlusconi e Orban, nel corso della quale il Cavaliere «ha annunciato che domani a Strasburgo gli eurodeputati azzurri voteranno contro la richiesta di attivazione dell’articolo 7 del Trattato Ue per rischio di violazione dello stato di diritto in Ungheria». Ad Orban Berlusconi, hanno aggiunto le fonti azzurre, «ha confermato la sua amicizia e l’appoggio al partito del premier ungherese, Fidesz, che fa parte del gruppo Ppe nel Parlamento Ue».

«Un plauso ai colleghi di Forza Italia del gruppo del Parlamento Europeo del Ppe che voteranno contro l’ingiustificato attacco che si muove al leader ungherese Orban, il quale difende con tenacia e coerenza i valori cristiani nel suo Paese, li porta all’attenzione dell’Europa e fa della sicurezza e del controllo delle frontiere una priorità», è stato il commento del senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri. «Gli attacchi strumentali e pretestuosi vanno respinti. Fa bene Forza Italia – ha sottolineato Gasparri – a prendere una chiara posizione di sostegno e di solidarietà al leader ungherese che, peraltro, ha sempre ostentato e ribadito la sua stima e la sua amicizia con Silvio Berlusconi. Esprimendo apprezzamento e lealtà in ogni fase, a differenza di tanti altri esponenti europei».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Del Mondo Raffaele 12 settembre 2018

    Lieto di um identita di veduts sul fronte europeo rimame l amarezza per una maggioranza Legastellata frutto della piu gigantesca presa per i fondelli dal 1948 af oggi Cordiali Saluti

  • Giuseppe Forconi 12 settembre 2018

    Yes, buone iniziative, ma mi mette paura, anche se stimo, il Berlusconi che riesce sempre nel cambiare le carte in tavola mettendo in forse possibili decisioni. Ad ogni modo che si faccia tutto quello che e’ necessario per una corretta giustizia.

  • Silvano Valenti - Caracas 12 settembre 2018

    4 – SV – Caracas da: ‘SI’ «Il centrodestra si ricompatta su Orban: Lega, FdI e FI votano contro le sanzioni» – di Eleonora Guerra:
    TRANSUNTO:
    «Anche Forza Italia e FdI, come la Lega, domani al Parlamento europeo, voteranno contro l’apertura di una procedura nei confronti dell’Ungheria, finita “sotto processo” per le sue politiche migratorie.
    “Sanzionare l’Ungheria perché si rifiuta di essere invasa da immigrati clandestini è semplicemente follia. Siamo al fianco di Viktor Orban e del popolo ungherese. Non è Orban a tradire la Ue, ma chi spalanca le porte all’immigrazione incontrollata, umilia i diritti dei popoli e nega la sovranità delle nazioni”, ha detto Giorgia Meloni, mentre ambienti di Forza Italia hanno parlato di una «cordiale telefonata» tra Berlusconi e Orban, nel corso della quale il Cavaliere «ha annunciato che domani a Strasburgo gli eurodeputati azzurri voteranno contro la richiesta di attivazione dell’articolo 7 del Trattato Ue per rischio di violazione dello stato di diritto in Ungheria».

  • Giuseppe Tolu 11 settembre 2018

    Avanti così, e tra un po’ lasceremo il prossimo tram alle becere sinistre.
    P.S. Ho sentito dire che i nuovi tram sono tutti col gancio traino

  • Pino1° 11 settembre 2018

    Bene, molto bene, anzi, benissimo, il diba ha fatto strike muovendo l’indeciso !
    Odore di elezioni…. heheh speriamo in babbo natale o nell’epifania, ma anche un bell’uovo di pasqua.. andrebbe bene sarebbe gradito !

  • In evidenza

    contatore di accessi