Grida “Sporchi islamici” e li investe davanti alla moschea: 3 feriti (video)

mercoledì 19 settembre 13:47 - di Laura Ferrari

 

Un’autovettura ha investito dopo una lite alcune persone davanti a una moschea. L’episodio è avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì a Brent, periferia settentrionale di Londra. Scotland Yard ha fatto sapere d’aver avviato un’indagine per «crimine d’odio», ma di non considerare quanto avvenuto «correlato al terrorismo».Una Micra ha investito i pedoni davanti al centro di preghiera islamico.

I momenti dopo l'assalto

I momenti dopo l’assalto

Il video dell’attacco alla moschea

Secondo una prima ricostruzione dei media britannici, quattro occupanti di una Nissan Micra, tre uomini e una donna, hanno dapprima fermato l’auto nei pressi del luogo di culto litigando con alcuni fedeli e lanciando insulti contro i musulmani. Quindi sono ripartiti e hanno investito un gruppo di pedoni.  Secondo quanto riportato dal Daily Mirror, alcuni testimoni avrebbero sentito urlare “Sporchi musulmani” dalla vettura, prima dell’impatto. Il quotidiano The Sun ha pubblicato un video in esclusiva dell’assalto.

 

I responsabili della moschea: “Attacco premeditato”

Due persone sono state medicate per lievi ferite. Un uomo resta invece ricoverato in ospedale con lesioni più gravi alle gambe. Un portavoce dell’Associazione Hussaini, che aveva organizzato una conferenza nella moschea, ha dichiarato sui social media che è stato «un presunto attacco islamofobo premeditato». Ha poi aggiunto: «Abbiamo udito insulti anti-islamici contro la folla prima che iniziassero il loro attacco. Fortunatamente, alcuni volontari si sono eroicamente posti tra il veicolo in corsa e i fedeli diretti alla moschea. Questo gesto di coraggio ha salvato la vita a decine di innocenti».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Mauro 21 settembre 2018

    Lo ius soli non è stato ancora votato e comunque lanciare l’auto contro chiunque non è una politica giusta anzi è stupida perchè dalla ragione passi al torto.

  • Roberto de Rubertis 20 settembre 2018

    Condivido

  • Aurora De palma 20 settembre 2018

    Le politiche forzate di questi anni nn hanno sortito il bene come si sperava. Anzi ad ognuno di noi è toccato un pezzetto di un mondo nuovo che nn conosciamo e che nn abbiamo mai pensato ci venisse affibbiato. Chiederei al popolo tedesco se queste politiche le hanno volute e se ne sono soddisfatti. Ai governanti: dovreste aver studiato in qualche momento della vs vita che il cervello umano può sopportare tanto ma nn tutto. I risultati di oggi che nn sono certo atteggiamenti di intolleranza pura, ma sono per la così detta disciplina fascistoide, bensì ad un diniego della accettazione della altro semplicemente perché è invasivo e super violento se accadesse qualcosa di molto grave è perché dall’ alto si è dettato un programma obbligatorio al quale i cittadini nn hanno saputo, nn voluto adattarsi.

  • Silvia 20 settembre 2018

    Non per giustificare il gesto ma gli inglesi sono esasperati a causa di tanti fatti gravi dovuti a terroristi islamici.

  • Alfonso 20 settembre 2018

    Chi la fa l’aspetti!!!

  • Andrea 19 settembre 2018

    qui da noi non poteva succedere. Se il figlio è nato in italia è cittadino italiano grazie al grande -ius-soli e quindi impossibile rimpatriare padre e madre ! ..e vvvvaiii. i nostri ex governi sapevano bene come risolvere i problemi eh ?!!

  • In evidenza

    contatore di accessi