Gaffe di Di Maio, confonde gli uomini con le meduse: «Siamo al 90% di acqua» (video)

mercoledì 5 settembre 15:42 - di Antonio Marras

In rete non si parla, e non si ride, d’altro. Luigi Di Maio, intervenuto in tv per difendere il principio dell’acqua pubblica, ha messo a segno la sua ennesima gaffe, stavolta in campo “scientifico”. In collegamento con lo studio di Presadiretta, su Rai Tre, il vicepremier ha spiegato che “è necessaria  una rivoluzione culturale, l’acqua è un bene primario, se pensiamo che il corpo umano è costituito, per più del 90%, di acqua”.

Novanta per cento? Un po’ troppo, forse. Secondo la scienza, al massimo un 60%. La battuta più gettonata sul web è: «Di Maio, ma siamo umani o meduse?».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Pino1° 6 settembre 2018

    Dipende dagli uomini, scienza permettendo e le sue misurazioni a volte si dice
    ”t’è andato il cervello in acqua”? Forse ne ha incrociato qualcuno nel suo movimento !!
    Tutto sommato teniamoci (x ora) questo campione,così com’è; almeno non è un fico

  • Albert 2017 5 settembre 2018

    Mi spiace, ma questa volta Di Maio ha ragione. Secondo il prof. Gerald Pollack, del dipartimento di bio-ingegneria dell’Università di Washington, le molecole di acqua nel nostro organismo sarebbero addirittura il 99% del totale.

  • In evidenza

    contatore di accessi