Macron: sì è vero, sono il principale oppositore dei sovranisti in Europa

mercoledì 29 Agosto 16:16 - di

Matteo Salvini insiste negli attacchi contro il presidente francese Macron: “Il principale avversario di Macron, sondaggi alla mano, è il popolo francese. Anziché dare lezioni agli altri governi spalanchi le proprie frontiere, a partire da quella di Ventimiglia. E la smetta di destabilizzare la Libia per interessi economici”. Un rilievo che segue quello avanzato dallo stesso Salvini durante la conferenza stampa al fianco di Viktor Orban: Macron la smetta di dare lezione e apra la frontiera di Ventimiglia.

Oggi lo scontro si fa ancora più aspro, con la replica che giunge dall’Eliseo: “Non cederò niente ai nazionalisti e a coloro che difendono i discorsi di odio. Se vogliono vedere in me il loro oppositore principale, hanno ragione”, dice Emmanuel Macron rispondendo alle parole del leader della Lega Matteo Salvini e del primo ministro ungherese Viktor Orban che lo hanno chiamato in causa come “guida di una forza europea che sostiene l’immigrazione”. “Se ritengono che la Francia sia il nemico del nazionalismo, della politica dell’odio, dell’Europa che deve pagare quello che ci piace e che non imporrebbe alcuna forma di responsabilità e solidarietà, allora hanno ragione, sono il loro oppositore principale”.

Macron ha poi ricordato che “nei prossimi giorni e nei prossimi mesi dovremo prendere delle decisioni approfondite per trattare i temi delle migrazioni”. “Questo implica serietà e senso di responsabilità, rimanendo attaccati ai nostri valori, quali il diritto d’asilo, con una vera politica nei confronti dei paesi di origine e all’interno. Che non è quello che propongono Orban e Salvini”, ha precisato il capo dell’Eliseo. Un Consiglio europeo si terrà il 20 settembre a Salisburgo su questo dossier che divide i 27. “C’è una forte opposizione tra nazionalisti e progressisti” in Europa, ha continuato il leader francese, che proprio dal suo viaggio in Danimarca e Finlandia inizierà a cercare alleati per costruire un “arco progressista” in Europa contro i governi nazionalisti e populisti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Antonio 30 Agosto 2018

    Si chiama Macron,ma ha il cervello micron

  • Angela 30 Agosto 2018

    Nelle prossime elezioni verrà spazzato via ,molti francesi si sono pentiti per non aver votato la Le Pen,ma non è troppo tardi per sbarazzarsi di lui,ci vuole solo un po’ di pazienza…certo se il popolo francese si è pentito ad averlo eletto vuol dire che gli spocchiosi transalpini non sono poi così intelligenti se si sono fatti fregare da un bimbetto capriccioso e viziato.

  • claudio 30 Agosto 2018

    La Francia di Macron e compari, destabilizza i paesi nordafricani, bombardano la Libia,vorrebbero abbattere Assad, il tutto per cosa, interessi economici delle compagnie petrolifere e multinazionali legate alla Francia,e oggi viene a insegnare l’accoglienza, quando ai suoi confini li respingono anche in malo modo gli extracomunitari provenienti anche dalle loro ex colonie che parlano francese, e che hanno sfruttato fino alla fame e sfruttano con imposizioni economiche depredandoli, un’altro che predica bene per nascondere la realtà dei fatti,ma dimostra di razzolare male, e coprire i veri interessi suoi e dei compari di merende

  • peppa 30 Agosto 2018

    Marcron è un venduto della finanza e non fa gli interessi del suo paese e dei popoli europei. Fa gli interessi deglla finanza ebraica. Basta vedere da dove proviene…..! Oltre a questo è risaputo che è un pericoloso psicopatico!!!!!!.

  • Ben Frank 30 Agosto 2018

    Ma guarda un po’! E io che pensavo fosse solo un Edipo cresciutello dalla dubbia sessualità, messo lì a far da palo dalle mafie speculative internazionali… Caro, si fa per dire, coglioncello con l’hobby della necrofilia, alle prossime elezioni verrai spazzato via come il tuo omologo Sarkozy,che almeno aveva più gusto in fatto di donne.

    • Fabio 30 Agosto 2018

      Macron dice: d’accordo sull’accoglienza ma fuori dalla Francia. Sulla Libia fomenta e divide per interessi petroliferi. Come in passato l’operazione Libia è stata governata da francesi e britannici, vecchi colonialisti. La Francia impone il franco africano, ed avvia colpi di stato nelle sue ex colonie appena tentano di separarsi dalla madrepatria (vedi uranio). Mentre tutti i migranti verso l’Italia in un combinato disposto acquisto di aziende importanti al fine di massacrarci.

  • Eolo 30 Agosto 2018

    Macron non deve aver capito molto su cosa ci aspetta, a tutti, se le cose continueranno così.

  • Mauro 30 Agosto 2018

    Incredibile sto macron; Da una parte non accoglie i clandestini dall’altra vorrebbe imporre a noi di accoglierli tutti.

  • Silvia Toresi 30 Agosto 2018

    Come tutti i buonisti avrà anche lui i suoi interessi legati alle migrazioni.

  • Aldo Barbaro 30 Agosto 2018

    Perché non cominciamo a boicottare i prodotti francesi?

  • G.L. 30 Agosto 2018

    Usciamo dall’europa. Con questa brutta gente e’ meglio svignarcela altrimenti ci fregano il portafogli.

    • G.L. 30 Agosto 2018

      E’ anche pericoloso.
      E’ un maniaco sessuale.

  • Francesco Ciccarelli 29 Agosto 2018

    Come la mette con quella metà dei Francesi tradizionalisti che votano i gollisti?

  • Pasquale Gerace 29 Agosto 2018

    Taci e trastullati con l’antiquariato…..

  • Sostienici

    In evidenza

    News dalla politica

    Array ( [0] => ppm-bundle )
    Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )