Vaccini, i genitori dei bambini con cancro: «Il decreto calpesta i loro diritti»

sabato 7 luglio 17:48 - di Redazione
no vax

È un vero e proprio allarme («siamo estremamente preoccupati») quello lanciato dai genitori di bambini e ragazzi colpiti da tumore. A preoccuparli è la circolare diramata dal ministro della Salute Giulia Grillo, del M5S, e dal suo collega dell’Istruzione Marco Bussetti in tema di vaccini e obbligatorietà per l’iscrizione al nuovo anno scolastico. Grazie ad essa,infatti, i genitori degli alunni avranno la possibilità di autocertificare l’avvenuta vaccinazione, in sostituzione del certificato rilasciato dalle asl. L’opzione annunciata dal ministro Grillo «mette a rischio il diritto di frequentare la scuola per i bambini oncologici, immunodepressi e affetti da altre patologie e condizioni che ne impediscono la vaccinazione.

L’autocertificazione sui vaccini non li garantisce

Per questi bambini la protezione di comunità è l’unica protezione da malattie che, banali per altri, per loro potrebbero risultare letali», sottolinea Angelo Ricci, presidente di Fiagop onlus (Federazione italiana associazioni genitori onco-ematologia pediatrica). A suo giudizio, la decisione della Grillo rischia di vanificare gli effetti positivi prodotti sulla soglia di copertura vaccinale dal decreto Lorenzin che ha introdotto l’obbligo per l’accesso in asili e scuole. Netta contrarietà, quindi, da parte della Fiagop onlus dice no «al depotenziamento» di questo obbligo, perché – ragionano dalla federazione – il ricorso all’autocertificazione «crea un intervallo temporale», tra l’ammissione degli alunni e il controllo previsto da parte delle asl, «in cui non è garantita la salute pubblica». salute pubblica che va garantita dallo Stato e da nessun altro.

Sotto accusa il ministro Grillo (M5S)

Invece, lamenta ancora Ricci, «con questo atto del ministero lo Stato viene meno alla sua responsabilità e al suo compito di vigilanza e controllo sulla salute pubblica». Nè a suo parere appare praticabile l’ipotesi di affidare i bambini pazienti oncologici alle scuole degli ospedali, laddove esistano: «Una soluzione quantomeno semplicistica». Fiagop onlus, ha concluso Ricci, «esprime forte e chiara tutta la sua contrarietà a un provvedimento che sembra voler soddisfare una minoranza a tutto danno dell’intera collettività e in particolare dei piccoli pazienti immunodepressi, che già devono fronteggiare patologie di grande complessità che mettono a rischio la loro vita».

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • gianni 9 luglio 2018

    se volete che continui a leggervi non mi eliminate l’80% di quello che scrivo o vi mando affa….

    • Redazione 9 luglio 2018

      Gentile Sig. Gianni, se abbiamo eliminato qualche commento è perché evidentemente non rispettava le linea della buona educazione. Se poi lei continuerà a utilizzare tale linguaggio gli ricordiamo che la nostra comunità non contempla la maleducazione.

  • Del Mondo Raffaele 8 luglio 2018

    Decreto Legge per abolire obbligo altrimenti lasciate perfdere

  • Del Mondo Raffaele 8 luglio 2018

    Questo e il mio primo ed unico commentoBasta un Decreto Legge pet abolire obbligo altrimenti lasciate petdere

  • Del Mondo Raffaele 8 luglio 2018

    Basta un Decreto Legge per abolire obbligo altrimemti lasciate perdere

  • Del Mondo Raffaele 8 luglio 2018

    Tenessero fede al loro impegno. Basta un Decreto Legge pet abolire obbligo. Altrimenti lasciate

  • Veronica 7 luglio 2018

    Articolo ridicolo. Iniziamo a chiedere test post vaccinali per vedere quanti vaccinati sviluppano gli anticorpi. Sapete quanti non responder ci sono?? Se vogliamo un ambiente protetto si devono fare le cose per bene.

    • gianni 9 luglio 2018

      c’e’ un solo modo per proteggere i bambini… non vaccinarli…. se le interessa posso darle informazioni a iosa al riguardo…

    Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica