Legittima difesa, FdI presenta la sua legge: «Lo Stato difenda chi si difende» (video)

mercoledì 25 luglio 14:41 - di Eleonora Guerra

Non armare i cittadini e provocare il «far west», ma chiarire una volta per tutte che «la difesa è sempre legittima». È questo l’obiettivo della proposta di legge di Fratelli d’Italia sulla legittima difesa. Il testo è già depositato in Parlamento e ora il partito di Giorgia Meloni chiede che venga assunto come base di discussione per la riforma della legge esistente.

«Fratelli d’Italia guarda con rispetto alla norma attualmente prevista per la legittima difesa, ma in questi anni abbiamo dovuto prendere atto che la norma è stata piegata a una interpretazione che ha rovesciato le situazioni: la persona che è stata costretta a difendersi – o le forze dell’ordine – è diventata da vittima a carnefice, spostando così l’oggetto della difesa e del bene protetto proprio dalla legittima difesa», ha spiegato il deputato Edmondo Cirielli, introducendo una conferenza stampa alla quale hanno partecipato anche i colleghi Ciro Maschio,  Tommaso Foti e Carolina Varchi, oltre alla stessa Meloni.

Ed è stata proprio la leader del partito a sottolineare che FdI non vuole alcun «far west, nessuna modifica alle regole sul porto d’armi». «Vogliamo solo – ha chiarito – che il cittadino si possa difendere senza stare lì a interrogarsi se la sua reazione è proporzionata». «Abbiamo chiesto che questa proposta sia utilizzata come testo base perché è la più completa, perché stabilisce il principio della assolutezza della legittima difesa», ha proseguito Meloni, ricordando che «l’ultima riforma lasciava margini di eccessiva discrezionalità alla magistratura, specie nella proporzione offesa-difesa».

«Noi circoscriviamo la discrezionalità dando alcuni elementi in più e stabiliamo che la legittima difesa è assoluta. Abbiamo stabilito un limite per dire ai cittadini nel dubbio difenditi e lo Stato sarà al tuo fianco. Questo – ha concluso la presidente di FdI – senza produrre far west, perché noi non chiediamo a tutti di armarsi. Vorremmo uno Stato capace di difendere i cittadini e sanzionare i furti in appartamento».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Enrico Buzzone 27 luglio 2018

    anche quando c’era il governo piddino le cose per me non cambiavano, la legittima difesa in casa per me è stata sacrosanta legge o non legge, quindi adesso siamo più tutelati se sparo ad un bastardo che mi entra in ca? comunque sia la tutela da parte dello Stato io mi difendo ad oltranza, il mio pensiero è chi entra in casa mia senza permesso e per di più di notte gli sparo addosso senza pensare se e proporzionata all’offesa.

  • Pietro 26 luglio 2018

    Per tutelare di più ill cittadino, bisognerebbe rivedere il reato di Violazione di Domicilio.
    Chi entra in una casa privata con inganno o con violenza, deve essere condannato senza
    con certezza della pena a non meno di dieci anni di galera

  • FRANCO 25 luglio 2018

    Penso che la legittima difesa ARMATA sia un bel deterrente verso i delinquenti armati o non .
    Ma come faccio a difendermi da quelli che me li hanno portati in casa ed in piu’ li proteggono ?

  • Gio 25 luglio 2018

    se mi entra un delinquente in casa, specie se ho famiglia, non posso chiedere al delinquente che intenzioni ha. Gli sparo direttamente e ne ho tutto il diritto. Chi fà le leggi per i delinquenti in genere vive con le scorte e non si deve preoccupare di doversi difendere…
    ma forse le paure del PD sono altre… loro non vogliono i cittadini armati, hai visto mai che gli fanno fare la fine di ceausescu

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica