Salvini: «Mi criticano? A me interessa la sicurezza e la dignità degli italiani»

sabato 9 Giugno 11:45 - di

Sull’emergenza migranti,proprio a ridosso degli ultimi sbarchi di Pozzallo e Reggio Calabria, occhi e dito indice puntati su Matteo Salvini, ma il neo vicepremier, e titolare del dicastero degli Interni, non teme attacchi e detrattori: la svolta è imminente, perché la ricerca di una soluzione al dramma che si procrastina da troppi anni grazie alle politiche dem nefaste sia per i migranti, sia per chi è chiamato ad accogliere, è continua. E così, alle critiche dell’ex titolare del Viminale in quota Pd, Marco Minniti, che del suo successore ha detto: «Un ministro che arriva sulla ruspa non trasferisce un’immagine rassicurante», il leader leghista ha replicato dai suoi profili social postando: «Sarà rassicurante quello che ha fatto il Pd in questi anni…A me interessa ridare sicurezza e dignità agli italiani».Quindi aggiunge: «Da soli sette giorni al governo, sto lavorando per recuperare quasi sette anni di ritardi e di buonismo… Il nostro obiettivo è ridurre gli sbarchi e aumentare le espulsioni, tagliare i costi per il mantenimento dei presunti profughi e i tempi della loro permanenza in Italia, coinvolgendo istituzioni europee e internazionali che fino ad oggi hanno lasciato gli italiani da soli. Sapremo farci ascoltare!».

Iwobi, emergenza migranti? Grazie a Salvini la svolta è imminente

«Sono bastati pochi giorni con Matteo Salvini alla guida del Viminale e già si vede la svolta. Netta. L’Unione europea ha iniziato ad ascoltare l’Italia a differenza delle continue prese in giro della nefasta epoca dei governi Pd. Non serve superman ma serve buonsenso», fa notare in queste ore il senatore Tony Iwobi, responsabile federale Dipartimento Immigrazione della Lega. «Come ha giustamente detto il ministro dell’Interno a Brindisi, gli immigrati regolari sono assolutamente benvenuti, così come chi scappa davvero dalla guerra – prosegue Iwobi –. Ma rimpatriare chi non ha diritto all’asilo e respingere chi arriva e non scappa da nessuna guerra, è un dovere morale e politico. Anche per il bene di chi attraversa il Mediterraneo. Meno partenze vuol dire meno morti in mare». Un’analisi lucida, quella dell’esponente leghista,  basata sulla considerazione secondo cui «l’immigrazione regolare deve essere fondata sul lavoro», per questo, in un Paese che da tempo denuncia stime sulla disoccupazione angoscianti, «la sinistra – sottolinea Iwobi – ha illuso migliaia di giovani africani su un futuro in questo Paese che non c’è». Quindi, la conclusione: «Chi contesta Salvini, consapevolmente o meno, difende il business dell’immigrazione, lo sfruttamento del lavoro dei migranti e lascia che il Mar Mediterraneo continui a mietere vittime».

Salvini e la polemica con Malta, tra repliche e contro-repliche

Dichiarazioni che arrivano a stretto giro da quelle rilasciate nelle ultime ore dallo stesso Salvini e che non hanno mancato di sollevare polemiche strumentali e faziose recriminazioni. Del resto, di fronte a demagogismi d’accatto, il neo ministro dell’Interno ha il pregio di parlare chiaro e in modo tutt’altro che perifrastico. E se solo ieri sosteneva che «Certe Ong non fanno volontariato ma affari» e «fungono da taxi», dunque il Codice voluto da Minniti va rivisto perché non consente «di intervenire in maniera efficace», oggi rincara la dose e ri-conferma: «l’Italia è sotto attacco da sud, non da est» e Malta «non può sempre dire no a qualsiasi richiesta d’intervento», e deve accogliere anche nei suoi porti le navi cariche di disperati. Così, come riporta ancora in queste ore, tra gli altri, il sito dell’Ansa, «Matteo Salvini,  a Como per portare la solidarietà agli autisti del bus aggrediti da alcuni richiedenti asilo (uno dei quali sarà espulso),  attacca tutti, ribadendo la linea dura sui migranti. “Sto studiando e lavorando per chiudere i rubinetti a monte: porte aperte per chi scappa veramente dalla guerra, porte sbarrate per tutti gli altri”». Parole che, inevitabilmente, scatenano la replica de La Valletta che da fonti istituzionali, fa sapere: «Rispettiamo in ogni momento tutti gli obblighi, compresi quelli internazionali». Ma altrettanto immediata è anche la controreplica al governo maltese. «Ci dicano gli amici maltesi, quante navi che trasportavano migranti hanno attraccato nei loro porti nel 2018, quante persone sono sbarcate, quante domande di asilo sono state esaminate e quante accolte». Interrogativi in attesa di risposte.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Anna Baraldi 10 Giugno 2018

    Bravissimo Salvini, VAI AVANTI COSÌ, GLI ITALIANI ONESTI SONO CON TE, CHI INTRALLAZZA E LUCRA CERTAMENTE NO, MA TANTI NEMICI, TANTO, TANTO ONORE!!!

  • Ros. 10 Giugno 2018

    Tieni duro Salvini. Più nemici più gloria.

  • Italiano 10 Giugno 2018

    Ministro Minniti,
    ci dica della sicurezza promanata allora e promanate oggi dalla “carriola” in uso intonso a L’Aquila e non ad Amatrice.
    Ci rassicuri lei, ministro, sui soldi inviati dagli italiani ai terremotati!
    Se fossero stati portati con la “ruspa” …

  • LUCA 10 Giugno 2018

    Avanti Salvini, contro tutti i buonisti di m**** e i neocomunisti cancellati dalla storia e dal voto degli Italiani.
    Ripulire la Patria, ripristinare la legalità, l’ordibe, imporre in Europa il giusto rispetto per il nostro Paese.

  • Angela 10 Giugno 2018

    Questo degli immigrati è soltanto un business a vantaggio di pochi e a sfavore solo dell’Italia,questa gente non fugge da guerra e povertà altrimenti non pagherebbe migliaia di euro per il viaggio ,e non si vedrebbero così in buona salute,ma sarebbero denutriti ed emaciati…basta con questa vergognosa bugia del migrante che scappa dai sorprusii,perche se davvero fosse così non riuscirebbero a fuggire…

  • alberto caioli 10 Giugno 2018

    Mi raccomando Matteo, fai in fretta a fare qualcosa che non ne possiamo più di questi migranti delinquenti e sudici che ci troviamo da tutte le parti! Possibile che in qualche giorno non si possa rispedirli da dove sono venuti? Sono tutti belli grassottelli e con cellulari di ultimo modello che noi non abbiamo!

  • Lily 10 Giugno 2018

    Salvini, gli sbarchi sono in aumento, dicevi che li avresti fatto smettere e soprattutto avresti spedito di ritorno tutti i clandestini. Ad oggi 10 giugno non è stato fatto il nulla, e sono sinceramente stanca di parole, parole, parole.

    • saverio pertusini 10 Giugno 2018

      Lily, cosa pretendi:che Salvini risolva in 7 giorni quello che non ha fatto,anzi distrutto in tanti anni il tuo partito di PDioti al governo ?? Stai serena .

    • Anna Baraldi 10 Giugno 2018

      Sig. Lily, cosa crede che Salvini ha la bacchetta magica?? Diamogli tempo per arginare e cambiare tutte le malefatte del governo abusivo targato PD. IO DO A SALVINI TUTTA LA MIA FIDUCIA, SI DEVE CAPIRE CHE GLI ORCHESTRALI SONO CAMBIATI E COSÌ ANCHE LA MUSICA DA SUONARE!!

  • Pino1° 10 Giugno 2018

    post scriptum…. E’ vero che lei ha contro i ministri grillini che hanno ingerenza nelle sue necessità (aeronautica-marina-esercito) ma, fortunatamente per lei ha a disposizione le unità aeronavaliterrestri
    del suo ministero…… POCHI, ma li ha!

  • Pino1° 10 Giugno 2018

    Domenica 10, oggi termina un’altra tornata elettorale per centinaia di comuni ! E dovrebbe terminare la campagna elettorale per qualche mese !
    Domani, lunedì, sarebbe possibile capire quanto Conte, che anche lei…. ha indicato, dipenda anima e corpo da Mattarella? Quanto, gli altri ministri 5 stelle che collidono con le sue necessità ( difesa – ff aa ecc.) le remano contro? Ora, qualunque mossa renderà palese l’attacco contro di lei da parte della compagine chiaramente costituita di Mattarella-Conte-Fico-Di Maio- dopo che l’erede del napoletano ha orchestrato un’operazione letale per l’Italia esattamente come il suo predecessore?
    Più tempo resterà avvolto in questa morsa di gomma più sarà neutralizzato se non realizzerà qualche operazione clamorosamente vincente ! In campana Salvini, è questo il tavolo del gioco che si fa duro…

  • Andrea 9 Giugno 2018

    Ministro Salvini la campagna elettorale è terminata da tempo quindi inizi a lavorare e la finisca con i soliti proclami vecchi di vent’anni e soprattutto basta con i filmatimi dove ci spiega con il suo italiano stentato da morire la lezioncina della sera come se fossimo degli idioti .Ci spieghi piuttosto i suoi rapporti elettorali con l’ex governatore della Regione Calabria Scopelliti destituito dopo condanna e con il suo entourage ancora molto attivo a gestire l’ex bacino elettorale .

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica