Meteo, domani ancora piogge ma nel fine settimana arriva la fiammata

mercoledì 6 Giugno 16:55 - di

Meteo variabile. Un minimo depressionario, posizionato sul Mediterraneo occidentale, determinerà nel corso della giornata di domani una fase di maltempo, a rapida evoluzione partendo dalla Sardegna con diffusi rovesci e temporali che in serata si sposteranno su Lazio e Umbria, per poi coinvolgere nella giornata di venerdì gran parte delle restanti regioni centrali della penisola e l’Emilia Romagna. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche. L’avviso prevede per la giornata di domani precipitazioni da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Sardegna e, dalla serata, sul Lazio in rapida estensione all’Umbria. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni meteo in atto, è stata valutata per la giornata di domani allerta gialla sul Piemonte, sulla Lombardia settentrionale, sulla Toscana centro-meridionale, sulle Marche, sull’Umbria, sul Lazio e sulla Sardegna centro-occidentale. Permane inoltre l’allerta gialla per rischio idrogeologico localizzato sul Veneto, bacino dell’Alto Piave, a causa della frana della Busa del Cristo, nel comune di Perarolo di Cadore (Belluno), sulla quale è in corso un continuo e attento monitoraggio.

Ma il meteo cambierà. Dopo i temporali che puntelleranno molte regioni del Centro-Nord fino a venerdì, nel corso del weekend la pressione tenderà ad aumentare, e avrà caratteristiche sub-tropicali. Il team di iLMeteo.it comunica che da domenica prossima le temperature saliranno costantemente al Centro-Nord toccando valori massimi di 33°C sul Veneto e il Trentino Alto Adige, 28-31°C in Lombardia come a Milano ed Emilia Romagna. Qualche grado in meno invece su Piemonte e Liguria. Temperature via via più alte man mano che ci sposta verso Sud; Roma dai 30° di domenica salirà fino ai 32°c di lunedì; Taranto toccherà i 36°C sempre lunedì mentre la Sicilia, che sarà la regione più calda d’Italia, probabilmente batterà il record di caldo per il mese di Giugno con i 39°C previsti a Catenanuova (Enna). Antonio Sanò, direttore e fondatore de iLMeteo.it annuncia però che da martedì 12 giugno le temperature torneranno a diminuire a partire dal Nord e poi via via anche al Centro-Sud: “l’anticiclone africano subirà l’ennesimo scacco matto ad opera delle perturbazioni atlantica, mai così in forma come quest’anno”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *