Beccate subito le tre rom “vampire”: avevano rubato a casa di Sala (video)

martedì 5 Giugno 14:54 - di

Tre donne rom, definite “vampire” di Milano, sono state arrestate dalla polizia per numerosi furti nelle case del centro di Milano, compreso quello clamoroso ai danni dell’abitazione del sindaco, Beppe Sala. Si tratta di due giovani nomadi e di una minorenne. Gli investigatori, con un’indagine a tempo di record, le hanno arrestate nel centro della città, dove le donne giravano con abiti di marca. Scoperto anche il covo alle porte di Milano, un vero supermarket di brand del lusso. Recuperati numerosissimi accessori, borse, foulards, pellicce, frutto dei numerosi colpi. Le tre, delle vere e proprie esperte di furti nelle abitazioni di lusso, sono state tratte in arresto. La refurtiva potrà essere riconsegnata a tutti i legittimi proprietari che si presenteranno con una copia della denuncia del furto subito.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • claudio 6 Giugno 2018

    forse ora che hanno rubato a sala le terranno in prigione (le maggiorenni) finchè rubavano ai poveri pirla le rimettevano fuori

  • Massimilianodi SaintJust 6 Giugno 2018

    Affittare un’isola artica ( Isola degli orsi o altra siberiana) in servitù internazionale e mandarle a svernare lì, naturalmente isole vuote! E quella senatrice parteggia per loro, cosa riprovevole! Rappresentano una macchia indelebile per la nostra stirpe indoeuropea laboriosa e creativa!

  • Jolanda c: 5 Giugno 2018

    Mandatele a scontare la pena (lunga, lunghissima) nel loro paese d’origine, perché in galera qui da noi continuerebbero a vivere sulle nostre tasche…..mah…..ipotesi di sola speranza, vista la grande comprensione dei nostri giudici,,,uno di loro una volta disse che per questa genìa (genìa lo dico io, non certo il giudice), rubare è nella loro cultura….quindi non c’è da illudersi.

  • TonyHope 5 Giugno 2018

    Ci dovrebbero essere pene più severe per questi elementi.